Header Top
Logo
Sabato 29 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • “Palazzinari creativi” arrestati dalla GdF di Mantova

VIDEO
colonna Sinistra

“Palazzinari creativi” arrestati dalla GdF di Mantova

Imprese illegali ma riuscivano ad aggiudicarsi appalti pubblici

Mantova (TMNews) – Riuscivano a ottenere importanti appalti pubblici nonostante le loro imprese edili fossero totalmente fuorilegge. Undici le persone denunciate dalla Guardia di Finanza di Mantova, con accuse che vanno dall’associazione a delinquere per indebite percezioni di erogazioni a danno dello Stato, alla bancarotta fraudolenta, alla omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali e alla distruzione ed occultamento di documentazione contabile. Gli investigatori hanno accertato ricavi non dichiarati per oltre 125 milioni di euro, nonché 33milioni di Iva e 5 milioni di Irap non versati. I responsabili della truffa costituivano imprese edili intestate ad amministratori “fantoccio” e prive di impianti contabili, tra le province di Mantova, Bergamo, Monza-Brianza, Milano e Brescia. Reclutavano, inoltre, manodopoera in nero (più di 1.900 operai con oltre 2 milioni e mezzo di contributi Inps evasi), così potevano ridurre al minimo i costi di produzione riuscendo, con offerte al ribasso, ad aggiudicarsi diversi appalti pubblici nella gare alle quali riuscivano comunque a partecipare presentando le dichiarazioni del datore di lavoro-testa di legno. In questa documentazione, infatti, venivano solo indicate le generalità dei dipendenti, dalle quali risultava in apparenza regolare la situazione contributiva grazie a compensazioni indebite mediante presentazioni di modelli F24 con l’indicazione di crediti Iva in realtà inesistenti.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su