Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Made in Italy e mercati emergenti: +3,2 mld di export in 6 anni

VIDEO
colonna Sinistra

Made in Italy e mercati emergenti: +3,2 mld di export in 6 anni

Presentata a Milano la ricerca di Csc e Prometeia

Milano (TMNews) – I mercati emergenti come opportunità per il made in Italy e le esportazioni dei beni “belli e ben fatti”, ossia prodotti di qualità ma non di lusso. Secondo la ricerca “Esportare la dolce vita” del Centro studi di Confindustria e di Prometeia presentata in Assolombarda a Milano, nei prossimi sei anni l’export verso i nuovi mercati aumenterà di 3,2 miliardi, con circa 150 milioni di nuovi ricchi che proverranno proprio dalle economie emergenti. Un’opportunità che può rappresentare una delle tappe per uscire dalla crisi, come spiega il presidente di Assolombarda Alberto Meomartini. “Il convegno che stiamo facendo oggi – spiega – ci dà ottimismo e ci conferma che lo sviluppo nei Paesi che crescono di più si sposa bene con quella che è la struttura di una parte dell’impresa italiana”.Tra i settori più dinamici l’agroalimentare, che attribuisce sempre maggiore importanza all’export, come spiega il presidente di Federalimentare Filippo Ferrua Magliani. “Sull’Europa – spiega – siamo posizionati bene da molti anni e continuiamo a crescere, ma dobbiamo sforzarci assolutamente di crescere ancora di più nei Paesi emergenti, dove ci sono delle premesse che non sono solo delle promesse. C’è ancora però molto lavoro da fare”.I mercati emergenti, comunque, sono comunque una sfida ancora tutta da affrontare, ed è probabile che su questo terreno si giochi la partita più importante per il made in Italy.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su