Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Napoli, lavoratori ex Ergom dal sindaco: chiesto incontro a Fiat

VIDEO
colonna Sinistra

Napoli, lavoratori ex Ergom dal sindaco: chiesto incontro a Fiat

Operai in cassa integrazione, per molti futuro incerto

Napoli (TMNews) – In incontro con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, a Palazzo san Giacomo, per discutere del futuro dei 1.026 lavoratori della ex Ergom, stabilimento che produce componenti per Fiat auto. Gli operai sono in cassa integrazione da tre anni: una parte è stata assorbita nella newco Fabbrica Italia, dove si produce la nuova Panda, per gli altri 500 c’è il rischio di un futuro incerto, come spiega Luigi Mercogliano, segretario del sindacato Fismic.”Per i restanti 500 che restano nello stabilimento Domenico De Roberti c’è qualche incertezza sul futuro, anche se abbiamo un accordo sindacale che garantisce a tutti l’ingresso in fabbrica”.L’incontro con il sindaco, giudica il sindacato, è stato più che positivo.”Un incontro più che positivo, perchè il sindaco è sensibile alle problematiche dei lavoratori e ha detto che da subito si attiverà con il presidente Caldoro per chiedere un tavolo con Fiat.Il sindaco segue la vertenza da tempo e si impegna a sostenere la realtà industriale con la Fiat e il governo.”Mi hanno rappresentato a loro avviso la certezza che il piano Fiat porti a 500 esuberi. Ho detto che già siamo impegnati nel settore. Lo stesso impegno l’ho chiesto al governo, al ministro del Lavoro e dell’Interno”.Il Comune e la Regione guidata da Stefano Caldoro hanno chiesto un incontro ai vertici della Fiat per avere garanzie sull’industria di Napoli e provincia e sui posti di lavoro.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su