Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Napoli, class action contro Comune su cimiteri: 8mila coinvolti

VIDEO
colonna Sinistra

Napoli, class action contro Comune su cimiteri: 8mila coinvolti

Associazione: mancano fosse da interro e forno crematorio

Napoli, (TMNews) – Fosse da interro al coperto quasi assenti, mancanza di un impianto di cremazione, cattiva gestione dei cimiteri: sono i motivi alla base della class action promossa nei confronti del Comune di Napoli dall’Associazione per la tutela dei diritti degli utenti cimiteriali. Sono ottomila, secondo le stime, i cittadini coinvolti, per una richiesta di risarcimento di tre milioni. La class action è stata promossa a maggio 2011, ma, spiega il presidente Vincenzo Ricciardi, il Comune non ha soddisfatto le richieste.La class action denuncia in particolare la carenza di fosse al coperto, previste dal culto napoletano dei morti: nella programmazione del Comune il 99% è allo scoperto. “Quando in una famiglia napoletana muore una persona cara scatta il dilemma: dove porto il morto?” dice Ricciardi: la scelta, per molti, è la cremazione. Ma il forno crematorio in città manca, i cittadini sono costretti a rivolgersi a un’associazione per il costo di 650 euro. La class action chiede chiarezza anche sulla compravendita dei loculi e sulla crisi per la mancanza di posti, causata dal ritardo nei tempi di interro nelle inumazioni. La prima notifica è stata presentata a Palazzo San Giacomo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su