Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Palermo, la mummia della piccola Rosalia rischia di rovinarsi

VIDEO
colonna Sinistra

Palermo, la mummia della piccola Rosalia rischia di rovinarsi

Corpo spostato per studio, familiari portano il caso in tribunale

Palermo, (TMNews) – Rosalia Lombardo, nata il 1918, morta il 1920. Sono le parole incise nella targa che accompagna “la bella addormentata”, la bambina di due anni morta e poi mummificata, conservata nel convento dei Cappuccini di Palermo. La mummia, famosa in tutto il mondo, nel dicembre 2011 è stata spostata dentro una teca hi-tech, a disposizione degli studiosi per le loro ricerche. Ora la sorella omonima della bambina, 86 anni, denuncia che la mummia è stata rovinata.La donna ha presentato denuncia per danneggiamento, diffamazione e truffa, la Procura ha chiesto l’archiviazione: dovrà decidere il gip. Il soprintendente ai Beni culturali, Gaetano Gullo, si difende: “Tutti gli interventi sono stati autorizzati, Rosalia è un bene culturale”. Il contenzioso riguarda anche il ritorno economico dello sfruttamento dell’immagine della bambina, che i familiari dicono di non aver mai ricevuto.I genitori fecero imbalsamare il corpo di Rosalia dal professor Alfredo Salafia, che con sali di zinco, glicerina, formalina, e altri ingredienti, riuscì a preservare perfettamente la salma della bambina, morta per una malattia mai diagnosticata.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su