Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Milano, in Duomo i funerali del vigile investito e ucciso dal Suv

VIDEO
colonna Sinistra

Milano, in Duomo i funerali del vigile investito e ucciso dal Suv

Nicolò Savarino ricordato dal suo comandante e dai colleghi

Milano (TMNews) – Erano migliaia, sabato 21 gennaio 2012 in piazza Duomo a Milano le persone giunte da tutta Italia per dare l’estremo saluto a Nicolò Savarino, il vigile urbano 42enne, originario di Campobella di Licata, in Sicilia, ucciso il 12 gennaio investito da un Suv mentre era in Servizio nel capoluogo lomabrdo. Il feretro dell’agente, portato a spalla dai colleghi, è stato accolto da un lungo applauso dopo la messa officiata da monsignor Erminio De Scalzi, vicario episcopale del cardinale Angelo Scola per la città di Milano. Intorno ai familiari si sono strette le massime autorità locali, a cominciare dal sindaco Giuliano Pisapia. Molte città compresa quella d’origine del vigile ucciso, erano presenti con i propri gonfaloni. Ma c’erano soprattutto tanti “ghisa”, così vengono chiamati i vigili milanesi, a rendere omaggio all’agente Savarino. Il ricordo di Niccolò Savarino nella parole del generale Tullio Mastrangelo, comandante della polizia locale e dei colleghi dell’agente ucciso. “Lui indossava la sua divisa non per sentirsi al sopra dei cittadini ma perché era al loro servizio – ha detto monsignor De Scalzi durante l’omelia – chi ha commesso questo delitto sarà assicurato alla giustizia, ma dovrà rispondere del suo gesto anche davanti all’autorità divina”. La bara di Niccolò Savarino è stata portata all’aeroporto di Malpensa per poi proeguire verso la sua città d’origine per essere tumulata.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su