Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia, simulatore hi-tech Usa ricostruisce l’incidente

VIDEO
colonna Sinistra

Costa Concordia, simulatore hi-tech Usa ricostruisce l’incidente

In Florida si addestrano gli equipaggi a gestire le emergenze

Usa (TMNews) – Una manovra sbagliata di poco, la nave che si incaglia, parte l’allarme: non siamo all’Isola del Giglio, teatro del naufragio della Costa Concordia, ma in Florida, in un centro di addestramento marittimo. Qui si preparano gli equipaggi alla navigazione: il protagonista è un simulatore hi-tech in grado di riprodurre ogni situazione, ogni ostacolo, anche l’urto di una nave da crociera con uno scoglio, come la Costa Concordia. “Ok, ci siamo arenati. Fermate i motori. Passatemi la lista dei passeggeri per lo sbarco”: il comandante, in questo caso il capitano Larry Reimer, dà gli ordini successivi all’emergenza, e fa partire l’allarme. L’unica cosa che il comandante non deve mai fare, spiega, è lasciare il ponte di comando finchè c’è ancora qualcuno a bordo: bisogna saper gestire lo stress.”Quando si è sotto stress si perde la visione complessiva di quello che sta succedendo. L’unico modo per affrontare il problema è di liberarsi di una parte di pressione, riversandola su altri membri dell’equipaggio”. L’errore più comune è cercare di fare tutto da sè. Fuori dalla cabina di pilotaggio si simula l’abbandono della nave sulle scialuppe di salvataggio. Snorre Kausland, che addestra equipaggi, dice che tutti, dai cuochi ai camerieri, hanno un ruolo nell’emergenza: condurre i passeggeri in punti specifici, in modo organizzato.”Ci sono moltissime persone a bordo che non sono marittimi addestrati in materia di sicurezza, tra cui i passeggeri: quindi le regole dicono che dobbiamo trovare il modo di informare i passeggeri a distinguere i segnali di allarme, a usare i giubbotti salvagente”.Gli addestratori sono sicuri: nonostante il naufragio della Costa Concordia, l’industria delle crociere è sicura, gli incidenti molto rari e gli equipaggi ben addestrati.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su