Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Afghanistan, il medico italiano che cura i malati a Bala Murghab

VIDEO
colonna Sinistra

Afghanistan, il medico italiano che cura i malati a Bala Murghab

Centro medico assiste circa 250 persone

Bala Murghab, (TMNews) – “Mi è successo qualche giorno fa di medicare un soldato dell’Afghan national police che era stato ferito da un proiettile. Lui a un mio sorriso mentre veniva medicato rispondeva con un sorriso, cosa che ci ha commosso”. La forza di un sorriso per dimostrare la gratitudine nei confronti di chi arriva da lontano per offrire cure e assistenza. Nel racconto del capitano Luca Interisano, 30 anni, specializzando a Roma in anestesia e rianimazione, l’esperienza quotidiana dei soldati italiani a Bala Murghab, nel nord dell’Afghanistan: curare 250 persone che vivono nei dintorni: “Nella maggior parte dei casi si tratta di patologie collegate alle scarse condizioni igieniche, a un controllo dell’acqua praticamente inesistente, patologie osseo-muscolari correlate al lavoro dei campi e alla pastorizia”.Dopo le visite, nella maggior parte dei casi i soldati danno vestiti e cibo ai pazienti: la struttura può accogliere tra 25 e 30 persone. Più difficile il rapporto con le donne, che si fanno curare meno degli uomini. “Abbiamo personale femminile, medici e infermieri, con cui riusciamo a relazionarci in modo positivo e quindi a rompere quello che può essere un tabù”.I dottori locali sono pochissimi, spiega il capitano, spesso sostituiti da altre figure che con la medicina non hanno nulla a che fare. Ma gli afgani, diversamente da quanto accadeva in passato, stanno imparando cosa significa curarsi, e a rispettare i controlli.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su