Header Top
Logo
Mercoledì 26 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mafia, Messineo: a Palermo un quadrumvirato gestiva nuova Cupola

VIDEO
colonna Sinistra

Mafia, Messineo: a Palermo un quadrumvirato gestiva nuova Cupola

Il procuratore di Palermo commenta i 36 arresti

Palermo (TMNews) – Le tre operazioni antimafia a Palermo che hanno portato all’arresto di 36 persone in tutto hanno impedito che i nuovi vertici delle cosche ricostituissero la Cupola, con lo scopo di mettere sotto scacco la città come ha spiegato il procuratore di Palermo Francesco Messineo, durante la confereza stampa. “Gestivano gli appalti e gli affari lucrosi della città – ha detto – e cercavano un’unica direzione strategica. C’era un quadrumvirato che poteva gestire la Cosa Nostra palermitana”.Una delle tre operazioni è stata coordinata fra gli altri dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia, che ha sottolineato la capacità di rigenerarsi di Cosa Nostra. “La mafia ancora una volta dimostra grande capacità unitaria eidentitaria – ha detto – Nonostante i colpi duri che le erano stati inferti e l’avevano frammentata, essa ha avuto la capacità di ricompattarsi. I capimandamento si sono riuniti, e più di una volta per elaborare strategie comuni”.Gli arrestati sono legati alle cosche di Brancaccio, Resuttana e Passo di Rigano e le tre operazioni sono state portate a termine dal nucleo investigativo dei carabinieri insieme con la polizia valutaria della Guardia di Finanza, dallo Sco della Squadra Mobile e dal Ros di Palermo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su