Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mariglianella: convivere 16 anni con cimitero di rifiuti tossici

VIDEO
colonna Sinistra

Mariglianella: convivere 16 anni con cimitero di rifiuti tossici

1995: incendio Agrimonda.Ora saltano fondi ministero per bonifica

Dal 1995 gli abitanti di Mariglianella, nel Napoletano, sono costretti a convivere con questo “cimitero” di rifiuti tossici. E dovranno continuare a farlo ancora a lungo. Il ministero dell’Ambiente infatti non pagherà la bonifica dell’area dove sorgeva un magazzino della Agrimonda, azienda di fitofarmaci andata distrutta in un incendio 16 anni fa. I fondi che sarebbero dovuti arrivare sono stati destinati ad altri interventi di bonifica, nell’area di Castelvolturno. La notizia era in una lettera firmata dal direttore generale del ministero, Marco Lupo, del 4 ottobre scorso. Un dramma senza fine per chi deve conviverci come ci racconta questo abitante della zona. Dietro l’interminabile vicenda della Agrimonda ci sono carteggi burocratici e continui rimpalli di responsabilità tra istituzioni e imprese di servizio. Sui cancelli del magazzino ancora oggi si possono leggere i cartelli di avvio della bonifica. La società incaricata è la Jacorossi, la stessa finita in un’inchiesta, poi archiviata, proprio sul tema delle bonifiche nel Napoletano. Quella impresa in realtà non porterà mai a termine i lavori visto che a meno di un mese dall’avvio delle operazioni di bioventing il contratto con la Provincia di Napoli fu rescisso. Uno dei tanti attentati all’ecosistema locale inevitabilmente esposto ai rischi di contaminazioni tossiche.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su