Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Cornetto in crisi, 160 operai in mobilità all’Algida di Caivano

VIDEO
colonna Sinistra

Cornetto in crisi, 160 operai in mobilità all’Algida di Caivano

Stabilimento della Unilever meno competitivo di quello tedesco

Il cornetto tedesco batte quello italiano, almeno in termini di competitività. Lo stabilimento della Algida di Caivano, in provincia di Napoli, soffre il confronto con quello di Heppenheim, in Germania, nonostante produca 150 milioni di litri di gelato a stagione, compreso il celebre cornetto. Risultato, l’avvio della procedura di mobilità per circa 160 operai a tempo indeterminato della fabbrica italiana, notizia comunicata ai dipendenti il 3 ottobre scorso in assemblea. L’Unilever, multinazionale olandese proprietaria dell’azienda, spiega le cause del provvedimento: 5 milioni di litri prodotti in meno in tre anni da Caivano e costi meno competitivi rispetto allo stabilimento tedesco. Tutto questo nonostante i 21 milioni di euro di investimenti del 2011 nello stabilimento, che conta 1.230 dipendenti. Dietro la scelta di Unilever ci sarebbe la volontà di diversificare la produzione, dopo la vendita dei marchi Santa Rosa e Findus, puntando su altri settori rispetto all’alimentare.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su