Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Caserta, pizzo da 25mila euro su manifesti elettorali

VIDEO
colonna Sinistra

Caserta, pizzo da 25mila euro su manifesti elettorali

In manette 10 esponenti clan della camorra Belforte e Piccolo

Il controllo sull’affissione dei manifesti elettorali in provincia di Caserta è nelle mani della Camorra. A scoprirlo è stata la Squadra mobile che ha eseguito, nell’ambito dell’operazione “Wild poster” dieci ordinanze di custodia cautelare in carcere indirizzate a esponenti dei clan Belforte e Piccolo di Marcianise. In occasione delle elezioni amministrative regionali e provinciali della primavera 2010, infatti chi voleva affiggere manifesti elettorali doveva pagare fino a 25 mila euro come il pizzo alla camorra. Le due organizzazioni criminali, in passato protagoniste di una sanguinosa faida, avevano gestito un’attività estorsiva “diffusa e capillare” pretendendo il pizzo nel comprensorio di Caserta e Marcianise. Nella rete dei clan erano finiti anche i gestori di due caseifici da anni vessati dalle pretese dei due gruppi.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su