Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • L’Italia si allenerà sul campetto confiscato alla ‘ndrangheta

VIDEO
colonna Sinistra

L’Italia si allenerà sul campetto confiscato alla ‘ndrangheta

Iniziativa simbolica degli azzurri prima del match con l'Uruguay

Su questo campetto in erba sintetica a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, il prossimo 13 novembre verrà ad allenarsi la Nazionale italiana prima del match amichevole contro l’Uruguay. Niente di strano se non fosse che questo campo sorge su un terreno sequestrato alla ‘ndrangheta, come spiega Don Pino De Masi, responsabile di Libera nella piana di Gioia Tauro. per questo che la decisione degli azzurri di Prandelli di accettare la proposta di Don Luigi Ciotti, fondatore dell’associazione antimafia Libera diventa un messaggio di solidarietà nei confronti di chi, in questa terra, lotta quotidianemente contro la malavita organizzata ma acquista anche un forte valore simbolico nello sport. La nazionale italiana torna in provincia di Reggio Calabria, in vista dell’amichevole di lusso contro l’Uruguay, dopo 8 anni. Risale al 2003, infatti, il match amichevole allo stadio Granillo contro l’Azerbaijan.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su