Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Furti di rame business della mala organizzata: boom al Sud

VIDEO
colonna Sinistra

Furti di rame business della mala organizzata: boom al Sud

Obiettivo impianti elettrici e telefonici, ma anche cimiteri

Milano, 13 set. (TMNews) – L’oro rosso: così si può definire il rame per la criminalità organizzata, dato che il furto di questo metallo è diventato un business. Obiettivo dei ladri sono gli impianti elettrici e telefonici, ma anche industrie, chiese e cimiteri: il rame si ruba facilmente, è poco protetto e vale molto, al riciclo viene pagato 15 euro al chilogrammo.La Campania è una delle regioni più colpite, insieme alla Puglia: raccogliere cavi da bruciare in campagna, come succede nell’entroterra campano, significa recuperare in una notte 10 o 20 chili di rame con poco impegno, che fruttano al mercato clandestino anche 150 o 200 euro.Il rame più rubato è quello delle ferrovie: a Napoli un furto di cavi ha portato al blocco del servizio Dante-Università della linea 1 della Metropolitana, ma è solo un esempio dei disagi.I ladri entrano nei cimiteri di notte e prendono i vasi portafiori dai loculi: negli ultimi due anni a Napoli ne sono spariti almeno diecimila.Se la gente corre ai ripari usando vasi di plastica, i ladri prendono i portavasi. E fioccano le proteste.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su