Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Cosenza, sequestro di beni archeologici da scavi clandestini

VIDEO
colonna Sinistra

Cosenza, sequestro di beni archeologici da scavi clandestini

Erano custoditi in due abitazioni private

Beni archeologici provenienti da scavi clandestini, tra cui 6 dipinti risalenti al 1.700 raffiguranti scene sacre, un reliquiario in legno di scuola lucana e vari monili dell’VIII sec. A.C., ma anche punte di lance e giavellotti, calici e lucerne: è il tesoro trovato dai carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza in due abitazioni di Eugenio De Cicco, arrestato ad aprile nell’ambito dell’operazione “Orchi”, per una serie di violenze su un disabile. Il capitano Raffaele Giovinazzo.Il materiale archeologico proviene invece dagli scavi di Cozzo Torre, a Torano Castello, e di Torre Mordillo, a Spezzano Albanese.De Cicco adesso dovrà rispondere anche di ricettazione e impossessamento illecito di beni archeologici. Sono in corso accertamenti presso la banca dati del Ministero dei Beni culturali e nelle Curie territoriali per capire la provenienza del materiale ecclesiastico e dei quadri.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su