Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Avellino, chirurgia plastica spacciata per neoplasie: 6 arresti

VIDEO
colonna Sinistra

Avellino, chirurgia plastica spacciata per neoplasie: 6 arresti

Operazioni estetiche rimborsate dal servizio sanitario nazionale

Sei persone, tra medici, infermieri e dirigenti dell’ospedale “San Giuseppe Moscati di Avellino, sono state arrestate e altre 22 sono indagate per truffa ai danni dello Stato perché spacciavano interventi di chirurgia estetica per operazioni salvavita rimborsate dal servizio sanitario nazionale. Secondo la Guardia di Finanza, che indagava sulla truffa dal 2007, le persone coinvolte truccavano le cartelle cliniche dei pazienti trasformando gli interventi estetici in patologie tumorali. I dettagli li spiega il comandante delle Fiamme Gialle di Avellino, Mario Imparato. Le indagini sono partite in seguito agli esposti di alcuni pazienti ed un medico dello stesso ospedale. Dall’inchiesta è emerso che, in molti casi, gli interventi avvenivano in tempi troppo brevi, non compatibili con la gravità delle patologie denunciate. Da qui i sospetti che hanno poi portato a scoprire il meccanismo della truffa. Tra gli arrestati ci sono anche Francesco Caracciolo, primario di Chirurgia del “Moscati” e il suo braccio destro Carlo Iannace, responsabile del Breast Unit nonché sindaco del comune di San Leucio del Sannio, in provincia di Benevento.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su