Header Top
Logo
Martedì 17 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Palermo, Cosa nostra dietro i lavori della metro. Un arresto

VIDEO
colonna Sinistra

Palermo, Cosa nostra dietro i lavori della metro. Un arresto

E' imprenditore citato nei pizzini di Lo Piccolo a Provenzano

L’ombra di Cosa nostra si stende sui lavori per il raddoppio del passante ferroviario di Palermo. La Dia del capoluogo siciliano ha arrestato l’imprenditore Andrea Impastato. 62 anni, di Cinisi Impastato gestisce una cava nel palermitano, ed è accusato di avere gestito affari ed aziende nell’interesse dei vertici di Cosa nostra. Il suo nome è citato in un pizzino inviato dal boss di San Lorenzo, Salvo Lo Piccolo, a Bernardo Provenzano.Nel pizzino, ritrovato il giorno dell’arresto del super boss nel 2006, Lo Piccolo chiedeva al padrino corleonese se avesse interesse a far lavorare qualche azienda di calcestruzzi in un’opera dall’appalto di quasi un miliardo di euro. Impastato, sarebbe dunque un vero e proprio punto di raccordo in grado di mantenere i contatti tra le aziende “protette” fornitrici dei materiali.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su