Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Palermo, preso latitante: viveva in villa confiscata alla mafia

VIDEO
colonna Sinistra

Palermo, preso latitante: viveva in villa confiscata alla mafia

E' stato arrestato nella casa di un fedelissimo di Totò Riina

Da due anni era ricercato, ma Filippo Mario Polizzotto, palermitano condannato per rapina e altri reati, trascorreva la sua latitanza comodamente, in un bunker ricavato sotto ad una villa confiscata alla mafia. L’uomo è stato arrestato il 25 maggio dagli agenti del commissariato Zisa di Palermo, che lo hanno sorpreso in via Trabucco, nella periferia del capoluogo siciliano. La villa dove è stato arrestato Polizzotto era appartenuta a Girolamo Biondino, fedelissimo di Totò Riina, ed era stata confiscata nel 1993, venendo successivamente assegnata al Comune di Palermo nel 2007. Dopo aver fatto irruzione nell’immobile, gli agenti hanno individuato una botola, nascosta sotto ad un mobile, che attraverso una scala conduceva ad un locale sotterraneo arredato. Polizzotto, che era fuggito dagli arresti domiciliari, deve scontare 8 anni di reclusione inflitti dal Tribunale di Monza.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su