lunedì 20 febbraio | 06:03
pubblicato il 16/feb/2017 12:49

Taxi fermi a Roma per la rivolta anti-Uber

Protesta davanti al Senato, blocchi anche a Milano

Taxi fermi a Roma per la rivolta anti-Uber

Roma, 16 feb. (askanews) -Tassisti protestano contro il governo a Roma e Milano per un emendamento al Milleproroghe in discussione al Senato che favorirebbe la piattaforma Uber. Da questa mattina diverse centinaia di autisti di taxi protestano nella Capitale dietro un cordone di polizia in corso Rinascimento dove c'è l'ingresso principale di Palazzo Madama.

Intanto, l'Autorità di garanzia per gli scioperi ha chiesto informazioni urgenti alle Prefetture dei capoluoghi di Regione relativamente alle manifestazioni dei conducenti di taxi in corso da ieri. In particolare, "qualora tali manifestazioni dovessero apparire contrarie alle norme relative all'esercizio del diritto di sciopero (tra l'altro con riguardo al preavviso, la durata, l'informativa all'utenza, la garanzia dei servizi minimi), l'Autorità aprirà un procedimento di valutazione, anche al fine dell'adozione delle relative sanzioni". Red-Nes-int5

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Trump cita attacco in Svezia che non c'è stato: si scatena l'ironia
Scissione
Il Pd avvia il congresso. Bersani: "Renzi ha alzato un muro"
Assemblea Pd
Emiliano media: "Ho fiducia nel segretario. Soluzione possibile"
Milano
Palme in piazza Duomo, nella notte fuoco ad un albero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia