mercoledì 22 febbraio | 00:32
pubblicato il 29/ott/2014 20:34

Renzi chiama Alfano: abbassare toni, no scontri su crisi Ast

Il Premier chiede "analisi dettagliata" poi sente il leader della Fiom Landini

Renzi chiama Alfano: abbassare toni, no scontri su crisi Ast

Roma, 29 ott. (askanews) - Abbassare i toni, evitare che su un terreno come quello della crisi industriale dell'Ast si possano provocare lacerazioni e scontri. E' il messaggio che Matteo Renzi ha voluto lanciare, nel corso di una lunga conversazione telefonica con il ministro dell'Interno Angelino Alfano, dopo quanto accaduto al corteo di Roma. Il premier, riferiscono da palazzo Chigi, ha seguito gli sviluppi della manifestazione degli operai ternani e ha chiesto di avere una analisi dettagliata dell'accaduto per accertare le responsabilità. Il premier ha anche sentito telefonicamente il leader Fiom Maurizio Landini, e nell'ambito della ricerca di una soluzione alla crisi delle acciaierie ha incontrato i vertici di FederAcciaio e della Cassa Depositi e Prestiti. Rea

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Avetrana
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Partito democratico
Speranza fuori, Emiliano dentro (cosa è successo oggi nel Pd)
La scissione
Mentre si decidono le regole del congresso Pd Renzi vola negli Usa
Australia
Melbourne, aereo si schianta su centro commerciale: 5 morti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia