lunedì 20 febbraio | 05:44
pubblicato il 13/gen/2017 19:41

Renault: su emissioni diesel noi corretti, nessuna frode

"Tutti i veicoli sono sempre stati omologati secondo la legge"

Renault: su emissioni diesel noi corretti, nessuna frode

Roma, 13 gen. (askanews) - La Renault è sempre stata corretta nel rispettare le norme anti-inquinamento per i veicoli e non ha commesso nessuna frode sui motori diesel. Lo afferma la casa automobilistica, che "prende atto dell'informazione secondo cui sarebbe stata aperta un'istruttoria giudiziaria nel dossier emissioni". Il gruppo francese, "che intende far valere i suoi diritti", ribadisce che "rispetta la legislazione francese ed europea" e che "tutti i veicoli Renault sono sempre stati omologati in conformità con la legge e le normative e sono conformi alle norme vigenti". "I veicoli Renault - aggiunge la società - non sono equipaggiati con software di frode antinquinamento. Gli Stati, la commissione europea, le autorità regolatrici e i costruttori automobilistici sono unanimi nel constatare la necessità di rafforzare le esigenze della normativa vigente. È questo l'obiettivo della futura norma Euro6d". Il 9 novembre, spiega la Renault, "i ministri francesi dell'economia e dell'industria avevano annunciato che la Dgccrf aveva concluso le indagini relative ai motori Renault e trasmesso il verbale delle conclusioni alla Procura di Nanterre, che ha trasmesso a sua volta l'incartamento alla Procura di Parigi, foro interregionale competente in tema di consumi". Il gruppo francese "prende atto, senza tuttavia aver potuto, in questa fase, ottenerne la conferma ufficiale, dell'apertura di un'istruttoria giudiziaria per 'inganno sulle qualità sostanziali e i controlli effettuati, con la particolarità che i fatti hanno avuto come conseguenza di rendere la merce pericolosa per la salute umana o animale'. Questa nuova tappa della procedura sembra indicare l'intenzione della Procura di proseguire le indagini". La casa automobilistica "ricorda che ha presentato al collegio della commissione tecnica indipendente, a marzo 2016, un piano completo di riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx) dei suoi veicoli diesel Euro 6b in uso presso i clienti, che è stato considerato trasparente, soddisfacente e credibile". glv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Trump cita attacco in Svezia che non c'è stato: si scatena l'ironia
Scissione
Il Pd avvia il congresso. Bersani: "Renzi ha alzato un muro"
Assemblea Pd
Emiliano media: "Ho fiducia nel segretario. Soluzione possibile"
Milano
Palme in piazza Duomo, nella notte fuoco ad un albero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia