domenica 26 febbraio | 11:09
pubblicato il 07/gen/2015 07:48

Pino Daniele, oggi funerale doppio prima a Roma e poi a Napoli

In piazza Plebiscito ieri flash mob con 100mila persone

Pino Daniele, oggi funerale doppio prima a Roma e poi a Napoli

Roma, 7 gen. (askanews) - Doppi funerali oggi per Pino Daniele, il cantautore partenopeo stroncato da un infarto la notte del 4 gennaio. Dopo una giornata, ieri, di convulse informazioni, notizie senza verifiche e comunicazioni ufficiali, la famiglia del bluesman ha deciso di confermare le esequie nella Capitale presso il santuario del Divino Amore, alle 12 di oggi, e di svolgere una seconda cerimonia funebre a Napoli, città natale dell'artista, in serata. I funerali "bis" si svolgeranno alle 19 nella basilica reale di san Francesco di Paola in piazza del Plebiscito, la stessa agorà che, nel 1981, consacrò al mondo la celebrità di Daniele raccogliendo 200mila spettatori. In un primo momento alcuni familiari del cantante avevano diffuso la notizia che la messa funebre nel capoluogo campano si sarebbe svolta presso la basilica di Santa Chiara, a poca distanza dal luogo nel quale Daniele nacque il 19 marzo 1955, ma l'ubicazione della chiesa e gli spazi angusti dei vicoli limitrofi all'edificio religioso hanno spinto a optare per una soluzione più opportuna. "La seconda funzione che si svolgerà a Napoli è stata voluta dalla famiglia tutta dell'artista - ha spiegato una nota diffusa nella tarda serata di ieri - per dare modo alle cittadinanza, dato il calore dimostrato in queste ore, di dare un ultimo saluto in forma religiosa all'artista". Nella stessa nota, lo staff di Pino Daniele ha tenuto a precisare che, in entrambi i luoghi di culto, non sarà possibile (sia per i media che per il pubblico) accedere con macchine fotografiche o telecamere chiedendo "di non riprendere immagini o realizzare video con telefoni cellulari o qualunque altro apparecchio elettronico". Intanto a Napoli continua il dolore e la commozione di fans e ammiratori del "nero a metà". A partire dal tardo pomeriggio di ieri, in piazza del Plebiscito, sono giunti a poco a poco centinaia di partenopei per un flash mob partito dai social network. Un abbraccio per intonare le canzoni più note di Pino Daniele accompagnate dalle luce di cellulari e candele. Un rito "laico" e popolare per salutare un figlio amatissimo della terra napoletana. Un abbraccio di circa 100mila persone, così come confermato dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che ha parlato di "un segno di quanto sia viscerale e carnale il rapporto dei napoletani con Pino Daniele". Tanti gli striscioni e le foto dell'artista esposte in piazza da persone di ogni estrazione sociale e di ogni età. E mentre il gonfalone della città sarà portato in prima fila ai funerali di Roma, la giunta comunale sta valutando la possibilità di intitolare al cantautore di "Napule è" una piazza o una strada della città. In queste ore, intanto, a Napoli fervono i preparativi per dare l'estremo saluto a uno dei suoi scugnizzi più amati dei tempi moderni. Int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Il giallo
Il caso della donna scomparsa dalla nave da crociera (aggiornamenti)
Roma M5s
La Lazio dice a Virginia Raggi che vuole lo stadio
L'opinione
Cosa pensa Vittorio Sgarbi dello stadio della Roma
Germania
Investe 3 persone in Germania (un morto), la polizia gli spara e l'arresta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech