martedì 26 luglio | 15:58
pubblicato il 30/gen/2016 15:29

Picasso rubato recuperato a Istanbul con un'operazione sotto copertura

La tela era stata rubata a un collezionista a New York

Picasso rubato recuperato a Istanbul con un'operazione sotto copertura

Ankara, 30 gen. (askanews) - La polizia turca ha recuperato un dipinto originale dell'artista spagnolo Pablo Picasso in un'operazione sotto copertura a Istanbul. Lo ha annunciato l'Anatolia, l'agenzia di stampa ufficiale del Paese. L'operazione ha preso di mira presunti ladri di opere d'arte che cercavano di piazzare la "Donna che si pettina", rubata a un collezionista a New York. La polizia turca, che con suoi uomini si è finta interessata all'acquisto, ha incontrato i venditori in un albergo e poi su un yacht nel porto di Istanbul. I sospettati avevano inizialmente chiesto 8 milioni di dollari per il quadro, ma la trattativa si era chiusa a sette. Gli agenti hanno organizzato un incontro in un bar, dove hanno arrestato due persone. La donna che appare nel quadro del 1940 è Dora Maar, amante e musa di Picasso. Fco-Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Spettacolo
Michael Caine ad 83 anni cambia nome all'anagrafe
Francia
Ostaggi presi in una chiesa in Normandia. "Sgozzato" il prete
Terrorismo
Europa senza pace, gli attacchi e i falsi allarmi degli ultimi giorni
Scontro
Grillo: i maxistipendi Rai sono colpa del Pd, li paghino loro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Profilassi per bronchiolite, 500 bimbi a rischio ospedalizzazione
Motori
Auto, agli italiani non piace la decappottabile
Enogastronomia
Lo chef Usa che propone un menu tutto a base di cannabis
Turismo
Globe trotter preferiscono Sardegna, vendite tax free + 42%
Lifestyle e Design
Smartphone batte libro, lettura social preferita a saggi e romanzi
Sostenibilità
Corepla, Ciotti: riciclo plastica pilastro economia circolare
TechnoFun
Novità su Instagram: ora suggerisce anche i video
Scienza e Innovazione
L'aereo solare Solar Impuse 2 ha terminato il giro del mondo
Sistema Trasporti
Renzi: il 22/12 Salerno-Reggio pronta, non si ride più di Italia