venerdì 27 maggio | 21:58
pubblicato il 23/gen/2016 14:48

Nuovo crollo a Pompei, cede la porzione di una colonna

Sospesa temporaneamente la visita alla casa di Romolo e Remo

Nuovo crollo a Pompei, cede la porzione di una colonna

Napoli, 23 gen. (askanews) - Ancora un crollo negli scavi archeologici di Pompei. A cedere una porzione di pietra lavica di parte di una colonna pertinente al portichetto d'ingresso di una casa immediatamente oltre Porta Marina. A darne notizia la Sovrintendenza. Il cedimento ha comportato la chiusura temporanea dell'ingresso di Porta Marina. L'accesso al sito archeologico è garantito in piazza Esedra, in via precauzionale, per consentire il proseguo delle operazioni di messa in sicurezza dell'area e verificare la stabilità della colonna. Resta consentito l'accesso alle terme suburbane mentre è sospesa temporaneamente la visita alla casa di Romolo e Remo. Il distacco di una parte della colonna alta circa 3 metri ha interessato una porzione della base. Del crollo ci si è accorti questa mattina poco prima dell'apertura dell'area archeologica. Psc/Ral/Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Internet
Chiusi 50 siti pirata, addio finalissima di Champions
Usa
Batterio con gene mutante resistente all'antibiotico più potente (ora è allarme davvero)
Usa
Allarme in Pennsylvania, donna colpita da super-batterio
Previsioni
Meteo, dopo il caldo di "Ugolino" i temporali delle "Valchirie"
Altre sezioni
Salute e Benessere
L'esperto, contro antibiotico-resistenza servono nuove strategie
Motori
La Seat Ateca in mostra al porto di Barcellona
Enogastronomia
Roberto Castagner, La grappa orgoglio italiano del Made in Italy
Turismo
Regione Lombardia investe 60 mln per "Anno del Turismo lombardo"
Sostenibilità
Barilla nel 2015 cresce in fatturato (+2%) e sostenibilità
Energia e Ambiente
Energia, parte il quadro strategico sui combustibili alternativi
Lifestyle e Design
A Villa D'Este "I voli dell'Ariosto, l'Orlando furioso e le arti
Scienza e Innovazione
Nella culla delle stelle una molecola che fa luce su origini vita
TechnoFun
Mapping 3D sempre più diffuso, soppianta i fuochi d'artificio