martedì 21 febbraio | 20:07
pubblicato il 17/gen/2015 18:49

Napolitano: meglio lasciare in piedi. Ora serve normalità

Tanta gente a festa rione Monti: "Partecipazione è bene per Paese"

Napolitano: meglio lasciare in piedi. Ora serve normalità

Roma, 17 gen. (askanews) - Giorgio Napolitano, anche nella sua nuova veste di presidente emerito della Repubblica, continua a sottolineare la necessità della partecipazione di tutti "alle vicende politico-istituzionali" come elemento di garanzia per la democrazia e di salute del Paese: "Sono contento per la piccola folla venuta a salutarmi. Questo spirito di partecipazione emotiva non può che far bene al Paese ed è una garanzia per la continuità delle istituzioni democratiche". Durante i festeggiamenti per il suo "ritorno a casa" organizzati nel quartiere Monti di Roma, Napolitano ha fatto sapere ai giornalisti che lo attendevano che non avrebbe rilasciato dichiarazioni circa l'attualità. Sulle sue dimissioni ha solo riferito che qualcuno avrebbe voluto restasse al Quirinale, ma che lui ritiene "meglio lasciare quando si è in piedi", auspicando che si torni alla normalità, "dopo un periodo eccezionale". Quindi ha rivolto un augurio al suo successore, "uomo o donna" che sia: "Fare bene il proprio lavoro, applicarsi molto ai problemi, alle fatture delle leggi". "Io ho cercato di fare il mio dovere - ha rimarcato - finché ho avuto le forze di prendere iniziative istituzionali". L'accoglienza calorosa del quartiere nel quale risiede da tempo, e nel quale è tornato dopo la permanenza dei nove anni al Quirinale, è stata apprezzata da Napolitano, il quale ha sottolineato l'eccezionalità della circostanza durante il brindisi, all'aperto in un bar in piazzetta Madonna di Monti, e davanti a una torta che rappresentava il Colosseo, adornata con bandierine italiane e dal simbolo del quartiere. Con lui la moglie Clio e il figlio Giorgio, mentre a fare gli onori "della piazzetta" c'era il macellaio Pietro, col quale Napolitano ha chiacchierato, come anche con altri abitanti che da tempo lo conoscono e con alcuni bambini presenti. Il quartiere gli ha infine tributato l'ultimo omaggio di commiato: una nevicata - naturalemnte finta -, come quella che ogni agosto viene riprodotta a Santa Maria Maggiore per commemorare il miracolo della Madonna, opera di un architetto locale. Ha poi faticato, il presidente emerito, al termine del rinfresco, per farsi strada tra la folla e raggiungere l'automobile che l'ha riportato a casa. In via Dei Serpenti. Sgr MAZ

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Avetrana
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
La scissione
Mentre si decidono le regole del congresso Pd Renzi vola negli Usa
Australia
Melbourne, aereo si schianta su centro commerciale: 5 morti
Capitale M5s
Cosa ha detto Grillo a Raggi sullo stadio della Roma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia