giovedì 23 febbraio | 03:41
pubblicato il 23/apr/2015 20:09

Mattarella: Lo Porto è stato portatore di valori di pace

Condoglianze di Renzi. Le polemiche e le reazioni. Gentiloni riferirà alla Camera. Usa: risarciremo

Mattarella: Lo Porto è stato portatore di valori di pace

Roma, 23 apr. (askanews) - Giovanni Lo Porto è stato un messaggero di "valori di pace". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, commentando la morte del cooperante italiano in Pakistan. "Lo Porto - ha detto il presidente - si trovava in una terra lontana in missione di solidarietà. È stato un portatore dei nostri valori di pace e di dialogo internazionale. Partecipo al grande lutto della famiglia e sono vicino al mondo della cooperazione internazionale che, per l'aggravarsi delle situazioni di crisi, è sempre più esposto a insidie e rischi gravissimi". 

RENZI. L'Italia porge le più sentite condoglianze alla famiglia di Giovanni Lo Porto". E' quanto dichiara dal canto suo il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che esprime "profondo dolore per la morte di un italiano che ha dedicato la sua vita al servizio degli altri. Le mie condoglianze vanno anche alla famiglia di Warren Weinstein". Nella nota della presidenza del Consiglio si conferma che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, aveva personalmente informato ieri il presidente del Consiglio della morte di Lo Porto, spiegando che l'Unità di crisi ha immediatamente preso contatto con la famiglia Lo Porto per comunicare la triste notizia.

IL PREMIER IN SERATA. "Non voglio esprimermi su alcuni commenti. Voglio però fare sapere che prima di avvisare la famiglia di Giovanni Lo Porto abbiamo voluto verificare bene". Lo ha dichiarato il presidente presidente del Consiglio, Matteo Renzi, rispondendo così alle polemiche sui ritardi nella comunicazione della morte del cooperante Siciliano ucciso in Pakistan. Durante la conferenza stampa al termine il Consiglio straordinario dei capi di Stato e di governo dell'Ue per affrontare la questione immigrazione, Renzi ha inoltre aggiunto che "le polemiche sul timing sono incomprensibili".

POLEMICHE M5S. "Il nostro connazionale Giovanni Lo Porto è stato ucciso da un raid aereo Usa a gennaio e il governo - fino a ieri, secondo quanto dichiarato da Barack Obama - non ne sapeva nulla, nonostante Renzi sia stato in visita negli Stati Uniti pochi giorni fa. È vergognoso, scioccante, per di più se si considera che la notizia è stata diffusa dalla Casa Bianca in un banalissimo comunicato". Lo dichiarano in una nota congiunta deputati e senatori del M5S, esprimendo vicinanza alla famiglia di Lo Porto. "Si tratta di un episodio che scredita fortemente l'azione dell'esecutivo sul palcoscenico internazionale - aggiungono i parlamentari del Movimento di Grillo - . E questa sarebbe la loro lotta al terrorismo? Renzi deve dimettersi e con lui tutti i suoi ministri: il Paese non vi merita".

IL MINISTRO GENTILONI. Di fronte alla sconvolgente notizia della morte di Giovanni Lo Porto sono innanzitutto vicino al dolore di sua madre e di tutti i suoi familiari. Lo ha dichiarato, dal canto suo, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, sottolineando le tragiche circostanze che hanno portato alla sua uccisione in un'area del Punjab al confine tra Afghanistan e Pakistan rendono ancora più drammatica la sua morte. Giovanni Lo Porto era un volontario generoso ed esperto, attivo da anni nell' organizzazione basata in Germania Welthungerhilfe - ricorda il ministro in una nota diffusa dalla Farnesina - aveva lavorato per i più deboli in diversi paesi e da ultimo in Pakistan, dove era stato sequestrato da un gruppo terrorista nel gennaio 2012. "In questi tre anni il Ministero degli Esteri e le diverse articolazioni dello Stato hanno fatto ogni sforzo per rintracciare e cercare di restituire ai suoi cari Giovanni Lo Porto. La conclusione purtroppo è stata diversa a causa del tragico e fatale errore dei nostri alleati americani riconosciuto dal Presidente Obama", continua il ministro: "La responsabilità della sua morte e della morte di Warren Weinstein, per la quale esprimo le mie più sincere condoglianze, è integralmente dei terroristi contro i quali confermiamo l'impegno dell'Italia con i nostri alleati". Infine Gentiloni ringrazia "in particolare l'Unità di Crisi della Farnesina per l'impegno di questi tre anni e per il lavoro che in queste ore sta svolgendo a Palermo a fianco dei familiari di Giovanni Lo Porto ".

BOLDRINI. "Anche per noi risulta preoccupante non avere avuto sentore prima di oggi" della morte di Giovanni Lo Porto. Lo ha dichiarato la presidente della Camera, Laura Boldrini, a margine della presentazione di una mostra alla stampa estera, aggiungendo che sarà il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, "a fornire tutti i chiarimenti", quando domattina alle 10 riferirà in Aula sulla vicenda.

CASA BIANCA. "Risarciremo entrambe le famiglie" degli ostaggi uccisi in un raid statunitense contro al Qaida, a gennaio, in una zona tra l'Afghanistan e il Pakistan". Lo ha detto in serata il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest.

PRC: OBAMA RESTITUISCA IL NOBEL. "Siamo addolorati per la notizia della morte del cooperante Giovanni Lo Porto, le nostre condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. Le scuse di Obama sono ridicole: le persone uccise, civili e cooperanti come Lo Porto, non sono "danni collaterali" della guerra, ma l'effetto diretto delle politiche che alimentano i conflitti e il terrorismo. Almeno Obama avesse il buon gusto di restituire il "premio Nobel per la Pace" che gli è stato dato - sbagliando - sulla fiducia". Lo ha affermato in una dichiarazione Paolo Ferrero, segretario del Prc.

Int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ambiente
Perché una misteriosa nuvola radioattiva si aggira per l'Europa
Usa
Le 132 bugie di Trump nei suoi primi 33 giorni da presidente
L'allarme
Folle barricato in una scuola, studenti in contatto sui social con le famiglie
Minori
Il disturbatore tv Gabriele Paolini rischia 6 anni di carcere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech