venerdì 24 febbraio | 09:26
pubblicato il 12/nov/2014 16:09

Matrimoni ancora in calo, 53mila in meno negli ultimi 5 anni

Dossier Istat: calano anche le nozze con uno sposo straniero. A pesare anche la permanenza a casa dei genitori

Matrimoni ancora in calo, 53mila in meno negli ultimi 5 anni

Roma, 12 nov. (askanews) - Continua il calo inesorabile dei matrimoni in Italia e nel 2013 per la prima volta il numero delle nozze scende sotto quota duecentomila: l'anno scorso sono stati infatti celebrati in Italia 194.057 matrimoni, 13.081 in meno rispetto al 2012. Ancora un forte calo, dunque, in linea con l'accentuarsi della tendenza alla diminuzione in atto dal 2008: circa 53 mila nozze in meno negli ultimi 5 anni, pari a oltre un quinto delle celebrazioni del 2008. Nel dossier "Il matrimonio in Italia" l'Istat spiega che a diminuire sono soprattutto le prime nozze tra sposi di cittadinanza italiana: 145.571 celebrazioni nel 2013, oltre 40 mila in meno negli ultimi cinque anni. Questa differenza spiega da sola il 77% della diminuzione osservata per il totale dei matrimoni nel 2008-2013. I matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è di cittadinanza straniera, dopo il recupero del 2012, scendono di nuovo tornando al livello di circa 26 mila (pari al 13,4% delle nozze celebrate nel 2013). La diminuzione si deve sopratutto alle nozze tra stranieri. I matrimoni misti, cioè quelli in cui un coniuge è italiano e l'altro straniero, ammontano a 18.273 nel 2013. La tipologia prevalente è quella in cui è la sposa ad essere di cittadinanza straniera: 14.383 nozze (il 78% di tutti i matrimoni misti). Una sposa straniera su due è cittadina di un paese dell'Est Europa (Ue e non-Ue). Diminuiscono anche i matrimoni successivi al primo, scendendo da 34.137 del 2008 a 30.691 del 2013, ma il ritmo della flessione è più contenuto di quello delle prime nozze. Pertanto, la loro quota sul totale continua ad aumentare, dal 13,8% del 2008 al 15,8% del 2013. Secondo l'Istat "è soprattutto la sempre più prolungata permanenza dei giovani nella famiglia di origine a determinare il rinvio delle prime nozze", ma il continuo calo dei matrimoni in Italia si può ascrivere anche alla "contrazione delle nascite", a "l'accentuarsi del fenomeno della posticipazione, cioè del rinvio delle prime nozze ad età più mature", alla "progressiva diffusione delle unioni di fatto, che sono raddoppiate dal 2008 superando il milione nel 2012-2013" e al "continuo aumento le convivenze prematrimoniali". "Nel 2013 - ricorda l'Istat nel dossier - vivono nella famiglia di origine il 78,3% dei maschi tra 18 e 30 anni (oltre 3 milioni e 200 mila) e il 66,7% delle loro coetanee (oltre 2 milioni e 700 mila). Particolarmente esplicativo è il caso delle giovani donne: rispetto al 2008 quelle che non hanno ancora lasciato la famiglia di origine sono aumentate di circa 48 mila unità e nel contempo sono diminuite di circa 41 mila le spose alle prime nozze tra 18 e 30 anni". "La prolungata permanenza dei giovani nella famiglia di origine è, come è noto, dovuta a molteplici fattori: all'aumento diffuso della scolarizzazione e all'allungamento dei tempi formativi, alle difficoltà che incontrano i giovani nell'ingresso nel mondo del lavoro e alla condizione di precarietà del lavoro stesso, alle difficoltà di accesso al mercato delle abitazioni". Sav

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Persone
Grave Leone di Lernia, anima de lo "Zoo di 105"
La storia
"Sto trasportando nu muers" (21 anni di carcere per la traduzione sbagliata)
Processi
Berlusconi: l'olgettina Rigato voleva un milione per tacere
Papa
Papa Francesco: è scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech