lunedì 20 febbraio | 05:59
pubblicato il 16/feb/2017 11:40

Marcia indietro di Santana. Prima attacca Beyoncé, poi si scusa

Aveva detto che non sapeva cantare. La retromarcia sui Social

Marcia indietro di Santana. Prima attacca Beyoncé, poi si scusa

Roma, 16 feb. (askanews) - Marcia indietro di Carlos Santana nei confronti di Beyoncé. All'indomani della vittoria di Adele nella categoria miglior album dei Grammy, il cantante non aveva avuto mezze misure nel criticare Beyoncé: "Con tutto il rispetto per nostra sorella Beyoncè - aveva detto - è molto bella da guardare ed è più come una modella per la musica. Non è una cantante vera. Adele, inoltre, sul palco non porta ballerini. Canta anche senza una scenografia". Poi, sui social il chitarrista e compositore ha fatto marcia indietro: "La mia intenzione era di congratularmi con Adele per la sua fantastica serata ai Grammy. Il mio commento su Beyoncé è stato sfortunatamente decontestualizzato. Ho un profondo rispetto per lei come artista e persona. Merita tutto il seguito che ha. Auguro a Beyoncé e alla sua famiglia tutto il meglio. Carlos" Adx

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Trump cita attacco in Svezia che non c'è stato: si scatena l'ironia
Scissione
Il Pd avvia il congresso. Bersani: "Renzi ha alzato un muro"
Assemblea Pd
Emiliano media: "Ho fiducia nel segretario. Soluzione possibile"
Milano
Palme in piazza Duomo, nella notte fuoco ad un albero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia