domenica 26 giugno | 10:11
pubblicato il 05/gen/2016 12:11

La giornalista Ruqia Hassan uccisa dall'Isis

Il suo ultimo post risale allo scorso luglio

La giornalista Ruqia Hassan giustiziata dall'Isis

Roma, 5 gen. (askanews) - I jihadisti dello Stato islamico (Isis) hanno ucciso una giornalista di Raqqa, in Siria, accusata di essere una spia. E' quanto riporta oggi il Daily Mail. Ruqia Hassan raccontava su internet la vita quotidiana degli abitanti di Raqqa, roccaforte dell'Isis in Siria. Scrivendo sotto lo pseudonimo di Nissan Ibrahim, Hassan aveva anche riferito dei continui bombardamenti aerei della coalizione internazionale. La famiglia è stata informata tre giorni fa della sua esecuzione, giustificata con l'accusa di spionaggio. Non è chiaro quando la donna sia stata arrestata, ma il suo ultimo post risale al 21 luglio scorso. La sua morte è stata confermata al quotidiano britannico da un attivista del gruppo "Raqqa is Being Slaughtered Silently" (Raqqa è massacrata nel silenzio, ndr). "Andate avanti e tagliate internet, i nostri piccioni viaggiatori non si lamenteranno", aveva scritto nel suo ultimo post, ironizzando sulle difficoltà quotidiane a Raqqa. Sim-Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Dopo aver votato Leave i pentiti della Brexit già fanno ammenda sui social
Cultura
Per la passerella di Christo scatta la denuncia
Spettacolo
Melissa Satta e Prince Boateng oggi sposi a Porto Cervo
Brexit
Oltre 2 milioni di firme per un nuovo referendum in Inghilterra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Farmaci, Molmed riceve ok condizionato CHMP per commercio Zalmoxis
Motori
Mazda, esordio europeo per la Mx-5 Retractable Fastback
Enogastronomia
Allegrini, il mercato mondiale non si ferma con la Brexit
Turismo
Parigi inaugura il primo hotel galleggiante sulla Senna
Lifestyle e Design
Biennale di architettura, visioni per la città postindustriale
Energia e Ambiente
Rinnovabili, Calenda firma DM su incentivi non fotovoltaico
Moda
Milano Moda, Pal Zileri punta sulla pelle stampata
Scienza e Innovazione
Tutte le novità di YouTube, nuove funzioni per chi crea i video
TechnoFun
Cyber security, le richieste delle compagnie tech al governo Usa