sabato 21 gennaio | 02:01
pubblicato il 14/gen/2017 12:45

L'allenatore accusato di pedofilia si è ucciso in carcere con una busta

Ad Alessandria

L'allenatore accusato di pedofilia si è ucciso in carcere con una busta

Roma, 14 gen. (askanews) - Si è suicidato, nel carcere dove era rinchiuso da martedì scorso, Antonio Marci, allenatore alessandrino delle giovanili arrestato con l'accusa di detenzione di materiale pedo-pornografico e violenze sui minori. Lo rende noto il quotidiano torinese La Stampa. Marci, 63 anni, si è tolto la vita soffocandosi con una busta di plastica. Nell'appartamento dell'uomo i militari avevano trovato ingente materiale pedopornografico e, secondo una prima ricostruzione, gli abusi andavano avanti da oltre 30 anni. L'indagine è scaturita dalla denuncia di una vittima che era stata molestata 29 anni prima. Red/Apa/Int2

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Melania Trump veste Ralph Lauren (come Hillary Clinton in campagna)
Il miracolo
Come sono sopravvissuti 42 ore sotto la neve i superstiti di Rigopiano
Persone
George Michael prima di morire aveva registrato una canzone
La slavina
Il miracolo all'hotel Rigopiano (aggiornamento)
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4