sabato 25 febbraio | 08:01
pubblicato il 30/nov/2016 13:27

Jobs act, Boeri: contratti a tutele crescenti salgono a 2,5 mln

"Tra 19enni sono il 90% dei contratti a tempo indeterminato"

Jobs act, Boeri: contratti a tutele crescenti salgono a 2,5 mln

Roma, 30 nov. (askanews) - I contratti a tutele crescenti sono aumentati a quota 2,5 milioni a giugno scorso, rappresentando "circa un quarto del lavoro dipendente" nel settore privato. Lo ha affermato il presidente dell'Inps, Tito Boeri, secondo cui "questo dà l'idea dell'importanza della riforma". "Tra i giovani di 19 anni - ha spiegato Boeri intervenendo a un convegno - il 90% dei contratti a tempo indeterminato è a tutele crescenti, poi con l'aumentare dell'età la quota scende progressivamente. È una transizione che sta avvenendo abbastanza rapidamente per superare il dualismo" nel mercato del lavoro. "L'auspicio - ha aggiunto il numero uno dell'Inps - è che il contratto a tutele crescenti sia un veicolo per dare più formazione a questi lavoratori in azienda". Glv MAZ

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Cosa dice il bollettino medico di Virginia Raggi
Usa-Ue
Trump ci ripensa e dice che l'Unione europea è "una cosa stupenda"
Napoli
Assenteismo all'ospedale Loreto Mare di Napoli: 94 indagati, 55 arresti
Russia-Usa
Mosca avverte Trump: pensi al rischio di un colpo di Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech