lunedì 05 dicembre | 05:46
pubblicato il 30/nov/2016 13:27

Jobs act, Boeri: contratti a tutele crescenti salgono a 2,5 mln

"Tra 19enni sono il 90% dei contratti a tempo indeterminato"

Jobs act, Boeri: contratti a tutele crescenti salgono a 2,5 mln

Roma, 30 nov. (askanews) - I contratti a tutele crescenti sono aumentati a quota 2,5 milioni a giugno scorso, rappresentando "circa un quarto del lavoro dipendente" nel settore privato. Lo ha affermato il presidente dell'Inps, Tito Boeri, secondo cui "questo dà l'idea dell'importanza della riforma". "Tra i giovani di 19 anni - ha spiegato Boeri intervenendo a un convegno - il 90% dei contratti a tempo indeterminato è a tutele crescenti, poi con l'aumentare dell'età la quota scende progressivamente. È una transizione che sta avvenendo abbastanza rapidamente per superare il dualismo" nel mercato del lavoro. "L'auspicio - ha aggiunto il numero uno dell'Inps - è che il contratto a tutele crescenti sia un veicolo per dare più formazione a questi lavoratori in azienda". Glv MAZ

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Austria
In Austria vince il verde Van der Bellen, è il nuovo presidente
Referendum
Come Beppe Grillo ha commentato la vittoria del "no"
Riforme
Referendum, si vota fino alle 23. L'affluenze alle urne è alta
Riforme
Affluenza boom al referendum, oltre il 57%. Si vota fino alle 23
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari