mercoledì 22 febbraio | 18:57
pubblicato il 30/nov/2016 10:21

I giapponesi i migliori turisti del mondo, britannici maglia nera

Gli italiani a metà classifica secondo il sondaggio di Jetcost

I giapponesi i migliori turisti del mondo, britannici maglia nera

Roma, 30 nov. (askanews) - Giapponesi e scandinavi sono i migliori turisti del mondo. Tra i peggiori, invece, britannici e russi, e gli italiani si collocano a metà classifica. Sono i dati di un sondaggio realizzato dal motore di ricerca di voli e hotel Jetcost la scorsa estate tra manager, addetti alla reception e dipendenti degli alberghi, sui turisti che hanno soggiornato nelle loro strutture. Gli è stato chiesto di valutarli per educazione, eventuali problemi causati, rumore, pulizia e ordine, reclami, l'abbigliamento e interesse per lingua, gastronomia e cultura locale. I migliori sono risultati i giapponesi, in assoluto i più educati, molto ordinati, silenziosi e di poche lamentele. Inoltre, sono quelli che lasciano le camere perfette, spendono molto negli hotel e sono molto interessati alla cultura locale. Amati negli hotel anche gli scandinavi: gentili, poco rumorosi, sempre pronti a sforzarsi per parlare la lingua locale, essendo la loro poco conosciuta. Gli australiani, invece, piacciono perché si mostrano aperti e interessati alle tradizioni locali, sono tranquilli e facilmente adattabili. Seguono in classifica i canadesi, anche loro puliti, tranquilli, e generosi nelle mance. Anche i tedeschi vengono considerati turisti abbastanza cortesi e poco inclini a causare problemi (eccetto quando esagerano con le birre), sono anche fedeli, se si trovano bene in un posto, quasi sicuramente ci tornano. La "black list" include, invece, i britannici, che parlano solo inglese, di solito non amano consumare cibo e bevande locali e spesso bevono molti alcolici. Hanno sempre lamentele, sono disordinati e distruggono le camere. Sono anche in vetta alla classifica dei "peggio vestiti". Poi i francesi, arroganti, avari, maleducati, rumorosi e anche un po sporchi. Né si sforzano di parlare un'altra lingua. A seguire i russi, indisciplinati e con poco gusto nel vestire, maleducati nei luoghi pubblici, ma spendono tanto per le loro vacanze. Odiati anche i cinesi, che sputano ovunque e hanno poca conoscenza delle abitudini degli altri paesi, ma l'82% di loro viaggia per fare shopping. Immancabili gli americani, generalmente considerati tra i peggiori turisti del mondo. Pedanti, irrispettosi, molto rumorosi e mal vestiti. Hanno scarso interesse per la cucina locale, (sono soliti mangiare nelle catene americane) e non sono inclini alle visite culturali. Ma lasciano laute mance. Gli italiani, infine, secondo Jetcost, sono a metà classifica. A lungo considerati quelli che spendevano di più all'estero, soprattutto per il cibo, ora sono più attenti, ma si vestono bene e sono interessati a usi e costumi dei posti che visitano. Non tutto è positivo però: sono considerati chiassosi, spesso maleducati e avari con le mance e lasciano le camere disordinate. Red/Lua MAZ

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ambiente
Perché una misteriosa nuvola radioattiva si aggira per l'Europa
Partito democratico
Speranza fuori, Emiliano dentro (cosa è successo oggi nel Pd)
Usa
Le 132 bugie di Trump nei suoi primi 33 giorni da presidente
L'allarme
Folle barricato in una scuola, studenti in contatto sui social con le famiglie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech