sabato 25 febbraio | 19:53
pubblicato il 19/feb/2016 21:04

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

Non una decisione guidata da fondamenti legali

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

New York, 19 feb. (askanews) - La decisione di Apple di non collaborare con l'Fbi è "una strategia di marketing legato al suo modello di business" più che decisione che ha dei fondamenti legali. Lo ha detto il Dipartimento alla Giustizia degli Stati Uniti, nel giorno in cui ha presentato un'istanza per obbligare il colosso californiano a decrittare l'iPhone 5C appartenuto al killer di San Bernardino, California. Lo scrive il "New York Times" che cita il documento presentato da Apple in tribunale. Adesso si attende la prossima mossa legale di Apple, che proprio entro venerdì prossimo dovrebbe presentare la sua risposta formale alle richieste. La scadenza è infatti prevista per il prossimo 26 febbraio. Int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Il giallo
Il caso della donna scomparsa dalla nave da crociera (aggiornamenti)
Campidoglio
C'è accordo sullo stadio della Roma ma il Codacons minaccia ricorso al tar
Roma M5s
La Lazio dice a Virginia Raggi che vuole lo stadio
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo rapporto col governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech