lunedì 29 agosto | 10:49
pubblicato il 19/feb/2016 21:04

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

Non una decisione guidata da fondamenti legali

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

New York, 19 feb. (askanews) - La decisione di Apple di non collaborare con l'Fbi è "una strategia di marketing legato al suo modello di business" più che decisione che ha dei fondamenti legali. Lo ha detto il Dipartimento alla Giustizia degli Stati Uniti, nel giorno in cui ha presentato un'istanza per obbligare il colosso californiano a decrittare l'iPhone 5C appartenuto al killer di San Bernardino, California. Lo scrive il "New York Times" che cita il documento presentato da Apple in tribunale. Adesso si attende la prossima mossa legale di Apple, che proprio entro venerdì prossimo dovrebbe presentare la sua risposta formale alle richieste. La scadenza è infatti prevista per il prossimo 26 febbraio. Int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri (Inps): aumentare minime e ridurre bonus 14esima
Montagna
Morti tre alpinisti svizzeri sul Monte Rosa
Motori
Gp Belgio F1, incidenti a catena. Gara sospesa e poi di nuovo in pista
Terremoto
Protezione Civile rettifica numero delle vittime, sono 290
Altre sezioni
Salute e Benessere
Zika: studio mostra come provoca danni a cervello bimbi
Motori
Tesla annuncia nuove Model S e X con batteria per superdurata
Enogastronomia
Terremoto, un'amatriciana nei ristoranti per aiutare le imprese
Turismo
eDreams chiude I trimestre con prenotazioni e utile in aumento
Made in Italy
Istanbul, parla anche italiano il ponte più largo del mondo
TechnoFun
Apple, scoperto malware capace di violare sistema iOS negli iPhone
Scienza e Innovazione
Spazio, la capsula "Dragon" torna a terra
Moda
Moda, è morta a 86 la stilista francese Sonia Rykiel
Sostenibilità
Cinema e sostenibilità,"The Martian" in cima alla top list del Cic