venerdì 01 luglio | 20:51
pubblicato il 19/feb/2016 21:04

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

Non una decisione guidata da fondamenti legali

Governo Usa: rifiuto di Apple di collaborare è una scelta di marketing

New York, 19 feb. (askanews) - La decisione di Apple di non collaborare con l'Fbi è "una strategia di marketing legato al suo modello di business" più che decisione che ha dei fondamenti legali. Lo ha detto il Dipartimento alla Giustizia degli Stati Uniti, nel giorno in cui ha presentato un'istanza per obbligare il colosso californiano a decrittare l'iPhone 5C appartenuto al killer di San Bernardino, California. Lo scrive il "New York Times" che cita il documento presentato da Apple in tribunale. Adesso si attende la prossima mossa legale di Apple, che proprio entro venerdì prossimo dovrebbe presentare la sua risposta formale alle richieste. La scadenza è infatti prevista per il prossimo 26 febbraio. Int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Il processo
Le ultime ore di Bossetti ( prima di sapere se avrà l'ergastolo)
Il processo
Yara, Massimo Bossetti e la supplica in aula: quel Dna non è mio, vi imploro
Il sorpasso
Perché Di Maio è diventato più popolare di Renzi
Nei cieli
Effetto Brexit pure per EasyJet che dice addio a Londra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Parlare al cellulare stress per gomito e nervi del braccio
Motori
Il Motor Show rinasce a 40 anni, a Bologna dal 3 all'11 dicembre
Enogastronomia
Consorzio Brunello di Montalcino, Cencioni: consolidare brand
Made in Italy
Tutti in Vespa, il mega Raduno di 900 vespisti è a Popoli
Turismo
Niente vampiri, in Transilvania borghi e castelli nella natura
Lifestyle e Design
XXI Triennale: 325mila visitatori in tre mesi, 100mila biglietti
Sostenibilità
Enea, con canapa isolante addio afa e meno spesa climatizzazione
Start Up
Siemens crede nelle startup e lancia maxi progetto next47
Scienza e Innovazione
Tesla, primo morto solleva dubbi sulle auto con pilota automatico