domenica 26 giugno | 02:57
pubblicato il 23/gen/2016 09:14

Gli Usa accusano: molti membri della coalizione non combattono l'Isis

Lamentele di Carter, in particolare contro Turchia a paesi Golfo

Gli Usa accusano: molti membri della coalizione non combattono l'Isis

Roma, 23 gen. (askanews) - Diversi membri della coalizione contro lo Stato islamico (Isis) in Iraq e Siria non fanno "nulla" per contribuire alla distruzione dei jihadisti. L'accusa è arrivata dal segretario alla Difesa Usa Ashton Carter. E' la prima volta che il capo del Pentagono assume una posizione così dura rispetto agli alleati, di solito descritti tutti impegnati nella lotta all'Isis. "Molti di loro non fa abbastanza, o non fa proprio nulla", ha detto Carter in un'intervista alla Cnbc a margine del World Economic Forum a Davos, in Svizzera. "Noi possiamo fare molto da noi...ma stiamo cercando altri che facciano la loro parte". In un'altra intervista a Bloomberg TV, il capo del Pentagono ha definito il raggrupamento di paesi contro l'Isis una "cosiddetta" coalizione, sottolineando così la frustrazione del Pentagono. Carter ha più volte sottolineato la necessità che uno specifico partner, la Turchia, rafforzi il suo impegno contro l'Isis. Ankara permette l'uso della base aerea di Incirlik, vitale per l'impegno militare. Tuttavia, finora, il canale che ha permesso ai jihadisti di raggiungere le aree di conflitto, passa per i suoi confini. "La Turchia è un amico da lungo tempo", ha detto Carter parlando a Davos. Ma "la realtà è" che il suo confine "è stato poroso ai foreign fighter". Carter ha inoltre sottolineato che c'è una "lista non piccola" di paesi che "potrebbero dare un contributo distintivo, unico e necessario per sconfiggere l'Isis. Il riferimento è a alcuni paesi arabi e del Golfo che sono nominalmente nella coalizione, ma di fatto sono più che altro impegnati nella coalizione contro i ribelli sciiti in Yemen, i quali sono sostenuti dall'Iran. Mos-Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Dopo aver votato Leave i pentiti della Brexit già fanno ammenda sui social
Cultura
Per la passerella di Christo scatta la denuncia
M5S
Pizzarotti dice che è assurdo amministrare una città obbedendo a Casaleggio
Spettacolo
Melissa Satta e Prince Boateng oggi sposi a Porto Cervo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Farmaci, Molmed riceve ok condizionato CHMP per commercio Zalmoxis
Motori
Mazda, esordio europeo per la Mx-5 Retractable Fastback
Enogastronomia
Allegrini, il mercato mondiale non si ferma con la Brexit
Turismo
Parigi inaugura il primo hotel galleggiante sulla Senna
Lifestyle e Design
Biennale di architettura, visioni per la città postindustriale
Energia e Ambiente
Rinnovabili, Calenda firma DM su incentivi non fotovoltaico
Moda
Milano Moda, Pal Zileri punta sulla pelle stampata
Scienza e Innovazione
Tutte le novità di YouTube, nuove funzioni per chi crea i video
TechnoFun
Cyber security, le richieste delle compagnie tech al governo Usa