domenica 04 dicembre | 05:17
pubblicato il 07/mar/2015 19:25

Fumata bianca, Jude Law sarà il Papa di Sorrentino

La serie verrà girata tra l'Italia (Roma e Cinecittà) e l'America

Fumata bianca, Jude Law sarà il Papa di Sorrentino

Roma, 7 mar. (askanews) - Fumata bianca per "The Young Pope": come rivela Askanews Jude Law sarà il protagonista della serie che il premio Oscar Paolo Sorrentino girerà in estate, otto puntate prodotte dalla Wildeside (coproduzione con gli Stati Uniti) con un cast internazionale che andrà in onda su Sky: "The Young Pope". Le otto puntate da 50 minuti scritte in collaborazione con Stefano Rulli e Umberto Contarello avranno come protagonista la figura di un Papa immaginario: il primo pontefice italo-americano della Storia. La storia si svolge ai nostri giorni. Il primo ciak e previsto per luglio, la serie verrà girata tra l'Italia (Roma e Cinecittà) e l'America. La curiosità e l'interesse internazionale per il progetto erano già forti grazie al nome di Paolo Sorrentino che ha deciso di scrivere e girare una serie per il mercato mondiale proprio lui che ha riportato l'Oscar in Italia dopo 15 anni. Cm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cinema
Kirk Douglas compie 100 anni, ed i regali li fa lui
Incidenti lavoro
Operaio di 23 anni muore a Torino nella fabbrica di panettoni
Iraq
L'esercito iracheno ha strappato all'Isis quattro villaggi a nord Mosul
Usa
Trump chiama leader Taiwan, rischio di tensioni con la Cina
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari