domenica 26 giugno | 12:00
pubblicato il 17/nov/2015 11:45

Dall'Ue sì unanime alla richiesta della Francia di assistenza militare

Attivato per la prima volta l'articolo 42.7 sulla difesa collettiva

Dall'Ue sì unanime alla richiesta della Francia di assistenza militare

Bruxelles, 17 nov. (askanews) - I ministri della difesa dell'Unione europea hanno deciso, oggi a Bruxelles, su richiesta della Francia a seguito degli attentati di Parigi, di attivare per la prima volta la clausola di assistenza militare reciproca prevista dall'art. 42.7 del Trattato Ue in caso di aggressione armata a uno degli Stati membri. "Oggi la Francia ha chiesto assistenza e aiuto alla Ue e l'Ue tutta unita risponde 'sì'", ha detto l'Alto rappresentante per la Politica estera e di Sicurezza comune, Federica Mogherini durante una breve conferenza stampa congiunta con il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian, convocata mentre era in corso la riunione del consiglio Difesa. L'articolo 42.7, letto da Mogherini durante la conferenza stampa, prevede che "qualora uno Stato membro subisca un'aggressione armata nel suo territorio, gli altri Stati membri sono tenuti a prestargli aiuto e assistenza con tutti i mezzi in loro possesso, in conformità dell'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite". "Ieri - ha detto Le Drian - il presidente Hollande mi ha chiesto di portare ai miei colleghi ministri della Difesa la richiesta di attivazione dell'articolo 42.7, e oggi l'ho fatto, con il sostegno di Federica Mogherini. Ho sentito molta emozione da parte dei miei colleghi, molti dei quali si sono espressi in francese. Quasi tutti hanno detto che al di là della Francia è l'Europa che stata colpita, e che siamo tutti francesi. E poi ho avuto il sostegno unanime all'invocazione dell'articolo 42.7, per la prima volta. Questo - ha concluso il ministro francese della Difesa - è un atto politico di grande portata". Int5

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cultura
Per la passerella di Christo scatta la denuncia
Spettacolo
Melissa Satta e Prince Boateng oggi sposi a Porto Cervo
Brexit
Oltre 2 milioni di firme per un nuovo referendum in Inghilterra
Brexit
La petizione online per un nuovo referendum sulla Brexit supera il milione di firme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Farmaci, Molmed riceve ok condizionato CHMP per commercio Zalmoxis
Motori
Mazda, esordio europeo per la Mx-5 Retractable Fastback
Enogastronomia
Allegrini, il mercato mondiale non si ferma con la Brexit
Turismo
Parigi inaugura il primo hotel galleggiante sulla Senna
Lifestyle e Design
Biennale di architettura, visioni per la città postindustriale
Energia e Ambiente
Rinnovabili, Calenda firma DM su incentivi non fotovoltaico
Moda
Milano Moda, Pal Zileri punta sulla pelle stampata
Scienza e Innovazione
Tutte le novità di YouTube, nuove funzioni per chi crea i video
TechnoFun
Cyber security, le richieste delle compagnie tech al governo Usa