lunedì 26 settembre | 14:13
pubblicato il 07/gen/2016 08:04

Confiscati beni per 3 milioni al boss "il leccese"

Sigilli irrevocabili a 28 immobili

Confiscati beni per 3 milioni al boss "il leccese"

Roma, 7 gen. (askanews) - E' di 3 milioni di euro il valore dei beni confiscati dalla Direzione Investigativa Antimafia di Lecce nei confronti del boss Franco Miggiano, 69enne di Lecce, detto "il leccese", da tempo domiciliato a Casarano (Le), già condannato per associazione per delinquere e traffico di sostanze stupefacenti. Il provvedimento di confisca, divenuto irrevocabile il 25 novembre scorso, segue il decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Lecce, in accoglimento della proposta di misura di prevenzione patrimoniale avanzata dal Direttore della Dia, a conclusione di articolate indagini patrimoniali svolte dalla Dia salentina, che hanno consentito di accertare una sproporzione tra i redditi dichiarati dal nucleo familiare di Miggiano e gli ingenti possedimenti a lui riconducibili. Il patrimonio divenuto di proprietà dello Stato, è costituito da 28 immobili, tutti nel comune di Casarano (Le). Aer

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Il "Bah" di Virginia Raggi alla kermesse grillina di Palermo
M5s
Per Di Maio e di Battista non è vero niente
M5s
Cosa ha detto Virginia Raggi sul palco della kermesse grillina a Palermo
Svizzera
Il Canton Ticino vota contro i lavoratori stranieri (anche italiani)
Altre sezioni
Salute e Benessere
Allarme dentisti: no a diete vegane o crudiste "faidate"
Made in Italy
Il grafene Made in Italy conquista la stampa 3D
Enogastronomia
Certaldo si prepara a Boccaccesca 2016, arte del buon vivere
Motori
Prosegue in Francia e Belgio il tour della Pininfarina H2 Speed
Moda
Debutto di successo al White di Milano per Carlotta Canepa
Turismo
La Bilbao del turismo si presenta tra pintxos e vini d'eccellenza
TechnoFun
Huawei e Leica realizzano centro ricerce Max Berek Innovation Lab
Scienza e Innovazione
Rosetta verso il gran finale, countdown all'impatto con la cometa
Lifestyle e Design
Torna a splendere Trinità dei Monti grazie al restauro di Bulgari