martedì 21 febbraio | 05:18
pubblicato il 13/gen/2017 17:14

Pjanic: "Avevo bisogno solo di un po' di tempo per ambientarmi"

Trequartista? E' un ruolo in cui mi trovo bene

Pjanic: "Avevo bisogno solo di un po' di tempo per ambientarmi"

Roma, 13 gen. (askanews) - "Avevo bisogno solo di un po' di tempo perché era tutto nuovo per me. Un buon giocatore però deve sapersi anche adattare ed è quello che sto facendo". Miralem Pjanic, dopo un inizio un po' stentato alla Juventus si è ripreso ed è stato protagonista di buone prestazioni: "Io mi preparo sempre molto per farmi trovare pronto. Sono arrivato alla Juventus dopo cinque stagioni importanti alla Roma e quindi ho dovuto lavorare un po' per adattarmi, ma ora mi sento davvero bene. So che le critiche ci possono stare, nell'arco di una carriera, ma io non do molta importanza a quello che si dice, perché so di cosa sono capace: il mister mi dà la massima fiducia, e il gruppo mi ha sempre aiutato, come ha fatto con tutti i nuovi arrivati. E' un processo normale e voglio dare sempre di più, so che darò una grande mano a questa squadra per raggiungere i nostri obiettivi. Rimango sereno e continuo a lavorare, questa è la cosa più importante. Ora sto molto bene anche fisicamente, e sto crescendo così come tutta la squadra".

Nelle ultime gare Allegri lo ha fatto giocare da trequartista, quindi più vicino a Paulo Dybala: "In questo ruolo mi trovo bene e con Dybala abbiamo tanta libertà e ci troviamo bene, scambiandoci spesso di posizione. Il mister ha cambiato più volte il modulo nel corso della stagione: questo è ciò che deve fare una grande squadra". Infine parla dei prossimi impegni, tra Fiorentina in campionato, Milan in Coppa Italia e il Porto in Champions League: "A Firenze ci attende un avversario che rispettiamo molto, una grandissima squadra, con un buon allenatore e giocatori molto bravi. Sarà un campo difficile, con una grande atmosfera. Il Milan è un avversario tosto, che quest'anno sta facendo molto bene. Ci aspetterà un'altra partita complicata, ma noi ovviamente vogliamo passare il turno e affronteremo il match nel miglior modo possibile. La Champions è un obiettivo: vogliamo passare il turno contro il Porto e andare avanti. Da adesso in poi saranno sempre partite molto complicate, ma la Juventus è abituata a giocare a questi livelli e ad andare sempre lontano in questa competizione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Calcio, vice di Mandorlini: non vado al Genoa perché tifo Samp
Calcio
Calcio, vice di Mandorlini: non vado al Genoa perché tifo Samp
Calcio
Figc: Tavecchio e Abodi depositano ufficialmente loro candidatura
Calcio
Lega di A: nessun accordo, rinvio elezione presidente al 2 marzo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia