Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Italian pro tour: a Jacopo Vecchi fossa l’Italy alps open

colonna Sinistra
Venerdì 30 ottobre 2020 - 20:01

Italian pro tour: a Jacopo Vecchi fossa l’Italy alps open

Bergamaschi al terzo posto, Tadini al sesto e Castagnara al nono.
Italian pro tour: a Jacopo Vecchi fossa l’Italy alps open

Roma, 30 ott. (askanews) – Dominio azzurro nell’Italy Alps Open. Jacopo Vecchi Fossa, dopo un finale altamente emotivo e combattuto, ha vinto con 203 (69 66 68, -13) colpi l’ultima gara stagionale dell’Alps Tour e dell’Italian Pro Tour, disputata sul tecnico e selettivo percorso del Golf Nazionale (par 72), a Sutri (VT). Ha sorpassato sulla buca conclusiva il francese Jeong Weon Ko (205, -11) altro protagonista della gara insieme a Filippo Bergamaschi, leader nei primi due turni e poi terzo con 209 (-7), affiancato dai transalpini Julien Foret e Paul Elissalde.

Jacopo Vecchi Fossa ha siglato il suo primo titolo sull’Alps Tour e il 18° successo italiano della stagione in campo internazionale. Quattro li hanno ottenuti i professionisti, uno sull’European Tour con Renato Paratore e altri due sull’Alps Tour con Matteo Manassero e con Stefano Mazzoli. Quattordici quelli dei dilettanti, sei individuali e otto a squadre. Tutto a testimonianza di un gruppo capace di imporsi in ogni fascia d’età e sui circuiti di tutto il mondo.

La gara – Vecchi Fossa e Ko anno iniziato il turno conclusivo con un colpo di ritardo da Bergamaschi, che ha perso rapidamente contatto. Il francese si è portato avanti di un colpo sulle prime nove buche, poi è tornata la parità alla 15ª per il primo errore del transalpino, ma l’azzurro gli ha concesso ancora un colpo di vantaggio con il suo unico bogey alla 16ª. Quindi il sorprasso sul green della 18ª: birdie di Vecchi Fossa e addirittura doppio bogey di Ko.

Altri due italiani tra i top ten, Alessandro Tadini, quattro allori sul Challenge Tour e sempre affidabile, sesto con 210 (-6) insieme allo spagnolo Lucas Vacarisas e all’irlandese Jonathan Yates, e al nono posto con 211 (-5) Giulio Castagnara, alla pari con gli iberici Angel Hidalgo Portillo e Jordi Garcia Del Moral, numero uno del circuito per il 2020. Il migliore tra i dilettanti, che si sono molto ben comportati, è stato Filippo Celli, 16° con 213 (-3), e subito dietro Andrea Romano, 21° con 214 (-2) stesso score di Andrea Saracino. E ancora in 23ª posizione con 215 (-1) l’altro amateur Lucas Nicolas Fallotico.

Mazzoli manca la ‘carta’ per il Challenge Tour 2021 – Delusione per Stefano Mazzoli che con il 16° posto, alla pari con Filippo Celli, non è riuscito a mantenere il terzo posto nella money list, l’ultimo che dava diritto a una delle tre “carte” per il Challenge Tour 2021, scivolando al quarto (punti 13.522). È stato sorpassato da Jeong Weon Ko (p. 14.556), sicuramente soddisfatto dell’esito del torneo anche se ha mancato la vittoria. Il re dell’Alps Tour 2020, come detto, è Jordi Garcia Del Moral (p. 18.502), la cui leadership era già al sicuro prima di questo evento, e seconda posizione per Lucas Vacarisas (p. 14.975), più che meritata dopo un titolo e altre tre top ten in sette gare disputate.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su