Header Top
Logo
Giovedì 12 Dicembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • World Challenge: Woods e team Usa, prove di Presidents cup

colonna Sinistra
Martedì 3 dicembre 2019 - 17:54

World Challenge: Woods e team Usa, prove di Presidents cup

Hero World Challenge torneo non ufficiale del PGA Tour
World Challenge: Woods e team Usa, prove di Presidents cup

Roma, 3 dic. (askanews) – Diciotto campioni si contendono alle Isole Bahamas il successo nell’Hero World Challenge (4-7 dicembre), torneo non ufficiale del PGA Tour organizzato da Tiger Woods, attraverso la sua Fondazione, dove si è imposto per cinque volte su 20 edizioni, e in cui l’ex numero uno mondiale sarà il protagonista più atteso. Infatti l’ultima volta che ha giocato a fine ottobre ha vinto (Zozo Championship) e inoltre interessano le sue condizioni di forma in vista della prossima Presidents Cup (12-15 dicembre) dove avrà l’insolito ruolo di capitano-giocatore, essendosi auto riservata una wild card nella sfida tra USA e International Team (dal quale sono esclusi i giocatori europei).

Sul percorso dell’Albany Golf Course, a New Providence, difende il titolo lo spagnolo Jon Rahm in una gara che sembra una prova generale per la compagine americana in vista della citata Presidents Cup, poiché saranno in campo ben undici dei dodici componenti il team: Justin Thomas, Matt Kuchar, Xander Schauffele, Webb Simpson, Patrick Cantlay, Bryson DeChambeau, Gary Woodland, Tony Finau, Patrick Reed e Rickie Fowler, oltre a Woods.

Unico assente Dustin Johnson, che ha dato forfait alla vigilia (al suo posto Chez Reavie) e che non gioca da settembre dopo un intervento in artroscopia al ginocchio. Ha preferito rinunciare, d’accordo con capitan Woods, in modo da non rischiare nulla in vista della sfida di Melbourne, alla quale hanno dovuto già rinunciare per infortuni in casa USA il numero uno mondiale Brooks Koepka (in sua vece Fowler) e sull’altro fronte l’australiano Jason Day, sostituito dal coreano Byeong Hun An.

L’Hero World Challenge, che si gioca dal mercoledì al sabato in modo da poter dare un giorno di più alla squadra americana per il viaggio in Australia, ha un montepremi di 3.500.000 dollari.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su