Header Top
Logo
Domenica 15 Settembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Equitazione, torna a Roma il Longines Global Champions Tour

colonna Sinistra
Martedì 3 settembre 2019 - 16:37

Equitazione, torna a Roma il Longines Global Champions Tour

Stelle mondiali dal 5 all'8 settembre allo Stadio dei Marmi
Equitazione, torna a Roma il Longines Global Champions Tour

Roma, 3 set. (askanews) – Le stelle del jumping mondiale tornano nell’ineguagliabile palcoscenico del Foro Italico di Roma. Da giovedì 5 a domenica 8 settembre allo Stadio dei Marmi ‘Pietro Mennea’ salirà il sipario sul Longines Global Champions Tour, il più prestigioso circuito di salto ostacoli con le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del panorama mondiale. La ‘Formula 1 dell’equitazione’ approderà nella Capitale per il quinto anno consecutivo con la sedicesima tappa stagionale e le sue due competizioni regine, la gara individuale del Longines Global Champions Tour e la competizione a squadre della Global Champions League. Il concorso capitolino vedrà anche quest’anno la partecipazione dei migliori binomi del pianeta, 111 atleti in rappresentanza di 25 Paesi e 3 continenti e 193 cavalli, con un montepremi in palio di circa 850mila euro, dei quali 300mila solo per il Gran Premio del Longines Global Champions Tour.

L’Italia sarà rappresentata da sei elementi, cinque cavalieri e un’amazzone: per il prestigioso CSI5* vedremo scendere in campo il Caporal Maggiore Alberto Zorzi ed il carabiniere scelto Emanuele Gaudiano, quest’ultimo entrato di diritto per la sua posizione nel Longines FEI Ranking, completeranno la comitiva azzurra il 1° aviere Capo Luca Marziani, il 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet, Roberto Turchetto e Matias Alvaro.

Anche quest’anno la manifestazione sarà ad ingresso gratuito, una quattro giorni ricchissima di appuntamenti, spettacoli e iniziative per il pubblico di tutte le età: giovani cavalieri, appassionati e famiglie potranno vivere il campo gara, le tribune e il villaggio ospitalità allestiti al ‘Pietro Mennea’ in un evento Animal Friendly che sarà anche vetrina della storia, delle tradizioni e dell’eccellenza italiana nel mondo.

IL CIRCUITO – Il Longines Global Champions Tour, circuito internazionale d’eccellenza ideato nel 2006 dal campione olimpico olandese Jan Tops, ha trasformato radicalmente il panorama agonistico e organizzativo del salto ostacoli mondiale. Il suo format innovativo, gli altissimi standard qualitativi, i montepremi più ricchi e lo svolgimento nelle più suggestive e ricercate location del pianeta gli hanno favorito un successo ed un’espansione senza precedenti nella storia degli sport equestri. Giunto alla sua quattordicesima edizione, quest’anno il Longines Global Champions Tour si sviluppa su un calendario di 19 appuntamenti complessivi, distribuiti in 14 Paesi e 3 continenti, arricchito dalle due nuove tappe di Stoccolma e New York. Il montepremi in palio per la stagione 2019 è pari a 35 milioni di euro complessivi tra Longines Global Champions Tour e Global Champions League.

La tappa capitolina è la sedicesima della stagione: Roma raccoglierà il percorso sportivo iniziato a Doha e proseguito a Città del Messico, Miami Beach, Shangai, Madrid, Amburgo, Cannes, Stoccolma, Cascais Estoril, Monaco, Parigi, Chantilly, Berlino, Londra e Valkenswaard. A seguire, la Capitale passerà il testimone alle tappe di Ramatuelle-Saint Tropez (12-14 settembre) e New York (27-29 settembre). L’appuntamento nella Grande Mela, nella cornice di Governors Island, al cospetto della Statua della Libertà, incoronerà il vincitore del circuito Longines Global Champions Tour 2019 e segnerà la conclusione della Regular Season della Global Champions League. La stagione culminerà con l’ultimo atto dei Playoff di Praga (21-24 novembre): primo appuntamento indoor nella storia del circuito introdotto lo scorso anno, un montepremi record da ben 12 milioni di euro (la cifra più alta messa in palio per un evento nella disciplina del salto ostacoli), vedrà sfidarsi nel Super Grand Prix LGCT i vincitori individuali di tutti i gran premi della stagione 2019 (1,25 milioni di euro al campione dei campioni) e nella Super Cup Global Champions League le 16 squadre in gara (oltre 10 milioni di euro di cui 3 milioni alla squadra vincitrice).

LE STELLE PIU’ ATTESE – Il gotha del salto ostacoli mondiale si prepara ad incollare alla poltrona migliaia di appassionati del genere nell’attesissimo concorso capitolino, che anche quest’anno si riconferma meta preferita delle amazzoni e dei cavalieri più titolati del pianeta tra giochi olimpici, competizioni continentali e campionati mondiali. A tre tappe dal termine, il Longines Global Champions Tour 2019 promette spettacolo con un’autentica volata finale per il titolo individuale: l’edizione di Roma vedrà la partecipazione dell’attuale capolista del circuito, il belga Pieter Devos (266 punti), inseguito ad una manciata di punti (252) dal britannico Ben Maher, vincitore della scorsa edizione capitolina. Tra i big del jumping mondiale figurano anche le presenze dei tedeschi Daniel Deusser (5° a quota 232), Marcus Ehning (7° a 215 punti), Christian Ahlmann (11°, 190) e della campionessa del mondo in carica Simone Blum. Sotto il cielo della Capitale ci saranno inoltre il francese Julien Epaillard, attualmente in ottava posizione nella classifica del circuito con 201 punti, e due autentiche leggende dell’equitazione come il britannico Michael Whitaker ed il tedesco Ludger Beerbaum.

Quello di Roma sarà un capitolo al cardiopalma anche per la competizione a squadre della Global Champions League, che attualmente vede appaiati in testa col medesimo punteggio (272) i London Knights di Beh Maher ed i St. Tropez Pirates, dove milita tra gli altri anche Edwina Tops Alexander. I due team in vetta dovranno guardarsi le spalle da una concorrenza agguerritissima: gli Shangai Swans del numero 3 del mondo Daniel Deusser in terza posizione con 260 punti, la squadra dei Miami Celtics dove figura Jessica Springsteen a quota 258 e un nutrito gruppo di inseguitrici per un finale tutto da decidere.

GLI ITALIANI IN GARA – Saranno sei gli azzurri a caccia di gloria, cinque cavalieri e un’amazzone, con il pubblico di Roma pronto a sostenere con il consueto calore i propri beniamini di casa. Nella competizione individuale del Longines Global Champions Tour riflettori puntati sul Caporal Maggiore dell’Esercito Alberto Zorzi con Ulane de Coquerie e Danique (il padovano è attualmente in 37ma posizione della classifica generale con 119 punti) e ed il carabiniere scelto Emanuele Gaudiano, cavaliere materano entrato di diritto per la sua posizione nel Longines FEI Ranking, in sella a Carlotta 232 e Chalou. La rappresentativa azzurra sarà completata dal 1° aviere Capo Luca Marziani, cavaliere capitolino fresco campione d’Italia con l’inseparabile Tokyo Du Soleil e protagonista lo scorso anno proprio a Roma con la vittoria nella gara inaugurale del CSI 5* a fasi consecutive, il novarese Roberto Turchetto (Clarico e Baron) e il 25enne Matias Alvaro (Karel VDB, Tempo Des Brieres). L’Italia delle donne sarà rappresentata dalla friulana 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet (Elzas e Casper Rode Poelhoeve), una delle cinque atlete della sezione di equitazione in forza al Centro Sportivo dell’Aereonautica Militare.

NON SOLO EQUITAZIONE – Un evento davvero ‘globale’ quello che si prepara a tornare in scena per il quinto anno consecutivo nell’incomparabile cornice del Foro Italico. Al Longines Global Champions Tour di Roma il cavallo sarà il protagonista indiscusso, ma non solo, con tantissime iniziative, spettacoli e appuntamenti riservati per appassionati e famiglie. Per giovani cavalieri e piccoli fan torna la Future Champions, il progetto ideato dalla coordinatrice italiana dell’evento Eleonora di Giuseppe per vivere da vicino la preparazione in campo prova, incontrare ed assistere a tutte le gare dei migliori binomi del mondo in aree dedicate con un testimonial d’eccezione, il cavaliere influencer Filippo Bologni.

Per i più piccoli il Baby Horse Village, dove sarà possibile fare il battesimo della sella e delle carrozze, nel villaggio sarà presente anche un Dog Bar e un centro di osteopatia animale gratuito curato dalla dott.ssa Eleonora Guglielmotti. Spettacoli, iniziative artistiche, di integrazione e di diffusione della cultura del rispetto verso il mondo degli animali per una quattro giorni ‘Animal Friendly’ che sarà anche mondanità e vetrina globale dell’eccellenza italiana nel mondo. Un esclusivo Opening Party con vip e personalità aprirà il programma degli appuntamenti serali del Foro giovedì 5 settembre, sempre allo Stadio dei Marmi sarà prevista anche la presenza di una delegazione della Nazionale Equitazione Sport e Salute con la partecipazione di ex calciatori professionisti, cavalieri, personaggi dello sport e dello spettacolo uniti per la battaglia contro il Morbo di Crohn. Il pubblico del Foro potrà inoltre godere dello spettacolo di sabato 7 settembre (dalle ore 19.00) con il Carosello di Lance dei Lancieri di Montebello, del Carosello San Raffaele Viterbo – Villa Buon Respiro e della Festa Rinascimentale che attraverserà la storia e le tradizioni del Lazio. Tante le iniziative di integrazione, tra le più rilevanti il progetto ASI ‘Io ci sto dentro’ che coinvolgerà detenuti in permesso, ex detenuti o detenuti in semilibertà che saranno chiamati a svolgere mansioni di sicurezza ed altre attività di reinserimento lavorative e formative.

Domenica 8 settembre infine spazio alla finalissima del Gran Premio FIDASC 2019 di Agility Dog coordinato dal celebre educatore cinofilo Massimo Perla, e al tradizionale Carosello dei Carabinieri con l’Ammainabandiera che chiuderà ufficialmente la manifestazione.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su