Header Top
Logo
Sabato 25 Maggio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Ranieri: “De Rossi andava trattato con un comportamento diverso”

colonna Sinistra
Giovedì 16 maggio 2019 - 12:28

Ranieri: “De Rossi andava trattato con un comportamento diverso”

Si gioca con il Sassuolo ma tiene banco la vicenda del capitano
Ranieri: “De Rossi andava trattato con un comportamento diverso”

Roma, 16 mag. (askanews) – “È la legge del calcio, ma forse a Daniele, considerando quanto vale per la Roma e per i tifosi, andava detto in altro modo. Essendo il capitano ed essendo visceralmente amato dai tifosi, la cosa suggeriva un comportamento diverso”. E se Ranieri fosse rimasto alla Roma, come sarebbe andata a finire? “Da tecnico io avrei detto ‘lo voglio ancora’. Perché so che giocatore, che uomo e che capitano è. Parola di Claudio Ranieri, tecnico della Roma che, all’antivigilia del match con il Sassuolo non può far altro che parlare solo di De Rossi e Pallotta. L’assenza del presidente “sul mio lavoro quotidiano non incide, su ciò che succede fuori da qui non so quanto e in che modo. Ma voglio anche dire che nella mia carriera ho trovato pochi presidenti presenti, perché poi si parla anche di questo. A Leicester lo vedevo poco, al Chelsea forse sono tra i pochi ad aver parlato con Abramovich, sicuramente più di Ancelotti e Sarri, che forse non lo ha neanche mai visto. Non conta la presenza di un presidente, ma che ci sia qualcuno che quando hai un problema te lo sappia risolvere”. Sul futuro di De Rossi aggiunge: “Nel calcio esistono tanti modi di essere leader, lui è quello ideale per un allenatore. Ragiona sempre di squadra e mai seguendo il suo ego personale e noi allenatori vogliamo sempre giocatori così. Lui ha già la testa da tecnico, mi auguro solo che con il Parma ci sia una grande festa per salutarlo nel migliore dei modi. Per le contestazioni ci sarà tempo più avanti”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su