Header Top
Logo
Lunedì 10 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Rizzoli: “Nelle prime 12 partite solo 7 errori legati alla Var”

colonna Sinistra
Lunedì 19 novembre 2018 - 17:28

Rizzoli: “Nelle prime 12 partite solo 7 errori legati alla Var”

Confronto a Milano per fare il punto sull'attuazione
Rizzoli: “Nelle prime 12 partite solo 7 errori legati alla Var”

Roma, 19 nov. (askanews) – Nelle prime 120 partite di questo campionato sono 7 gli errori arbitrali legati all’uso della Var (uno in meno della scorsa stagione nello stesso periodo), 5 dei quali “perché non si è verificato al monitor l’episodio”. Lo ha detto il designatore Nicola Rizzoli. “Non possono soddisfarmi 7 errori evitabili, dobbiamo lavorare per evitarli. Controllare al monitor 5-6 volte in più in un campionato è meglio che 5-6 volte in meno”, ha detto Rizzoli. “L’anno scorso si è passati da 5.78% errori a meno dell’1%. Il rischio è pensare di azzerare gli errori: la Var non deve rendere partite perfette ma eliminare quelli più importanti”. Rizzoli e il presidente dell’Aia Nicchi hanno presentato numeri e statistiche relative alla tecnologia delle prime 12 giornate di campionato e hanno chiarito a tecnici e dirigenti tutti i dubbi per quanto riguarda il suo uso in campo. Tra gli allenatori presenti Ancelotti, Gattuso e Spalletti. Per il tecnico dell’Inter è necessario “avere fischietti di maggiore esperienza perché in determinati episodi può essere importante la saggezza dell’arbitro esperto. Con questo nuovo meccanismo, conta di più aver vissuto determinati episodi di quel genere”. Per il ds della Roma Monchi “il bilancio di queste prime 12 giornate è positivo, qualcosa è stato sbagliato, ma sbagliamo tutti”. Per il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli “Stanno facendo un buon lavoro anche se si può fare meglio, soprattutto sui falli di mano, dove è più complesso e spesso non è semplice nemmeno per noi capire”. Il designatore Nicola Rizzoli si è invece espresso negativamente sul possibile controllo “a chiamata” da parte degli allenatori. “Serve solo a tranquillizzare persone che in quel momento cercano di avere delle conferme o sperano di ottenere qualcosa. Se siamo nel protocollo non c’è una situazione che non sia stata controllata”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su