Header Top
Logo
Giovedì 17 Agosto 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Pga Championship: Francesco Molinari è al settimo posto

colonna Sinistra
Domenica 13 agosto 2017 - 11:59

Pga Championship: Francesco Molinari è al settimo posto

Kevin Kisner è rimasto da solo al comando
20170813_115919_8E74D298

Roma, 13 ago. (askanews) – Francesco Molinari, settimo con 211 (73 64 74, -2), è rimasto in alta classifica a un giro dal termine del 99esimo PGA Championship, quarto e ultimo major stagionale che si sta disputando sul tracciato del Quail Hollow Club (par 71) di Charlotte, nel North Carolina. L’azzurro è a cinque colpi dal leader Kevin Kisner (206 – 67 67 72, -7), che ha rallentato visibilmente dopo i due 67 (-4) d’apertura. E’ riuscito tuttavia a restare in vetta da solo distaccando di un colpo il giapponese Hideki Matsuyama, che lo affiancava dopo due giri, ora secondo con 207 (-6) insieme a Chris Stroud. In quarta posizione con 208 (-5) Justin Thomas e il sudafricano Louis Oosthuizen, anche loro candidati al titolo, mentre sarà compito arduo per gli altri rimontare, pure se la matematica lascia in corsa sia Grayson Murray, sesto con 210 (-3), che il gruppo di Molinari che comprende Patrick Reed, Scott Browne, Gary Woodland e il canadese Graham DeLaet, autore con un 68 (-3) del miglior score di giornata.

Verdetto negativo probabilmente già emesso per Rickie Fowler, 12esimo con 212 (-1), e sicuramente per gli altri big che avevano ambizioni ben diverse e ora destinati solo a poter migliorare la classifica. Ha ceduto l’australiano Jason Day, da terzo a 16° con 213 (par), stesso score dell’inglese Paul Casey, e hanno ritardi maggiori lo svedese Henrik Stenson, 18° con 214 (+1), Jordan Spieth, numero due del world ranking, che ha fallito l’obiettivo di diventare a 24 anni il più giovane autore del “grande slam”, e lo spagnolo Jon Rahm, 37.i con 216 (+3), Dustin Johnson numero uno mondiale, e il nordirlandese Rory McIlory, numero quattro, 47.i con 217 (+4), e l’australiano Adam Scott, 68esimo con 221 (+8). Kevin Kisner, 33enne di Aiken (South Carolina) con due successi nel PGA Tour, per 15 buche ha progressivamente aumentato il vantaggio portandosi a “meno 10” con tre birdie e un bogey, poi ha ridato fiato agli avversari con un doppio bogey e un bogey nelle ultime tre per il 72 (+1).

In altalena anche i due giocatori che lo seguono, entrambi vincitori domenica scorsa: Hideki Matsuyama, numero tre al mondo, (un birdie e tre bogey per il 73, +3) a segno nel Bridgestone Invitational e Chris Stroud (quattro birdie e altrettanti bogey per il 71, par) impostosi nel Barracuda Championship. La cabala non assegna loro tante possibilità di successo: infatti solo 11 giocatori nella storia hanno conseguito un major dopo un titolo la settimana precedente, l’ultimo Rory McIlory nel 2014 (WGC Bridgestone e PGA Championship). Francesco Molinari, che dopo la conclusione al mattino del secondo turno, sospeso la sera precedente, è sceso dal quarto al quinto posto, perché Chris Stroud lo ha sorpassato raggiungendo Jason Day al terzo approfittando delle cinque buche che aveva ancora da giocare, ha iniziato molto male con la sequenza doppio bogey-bogey-bogey. Malgrado la disavventura ha reagito con generosità e alla settima buca ha recuperato un colpo dopo due birdie e un bogey. Nel rientro è rimasto sul “più tre” annullando altri due bogey con due birdie (74).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su