Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Sarri: “Il secondo posto è possibile, non sono sazio”

colonna Sinistra
Sabato 18 marzo 2017 - 14:15

Sarri: “Il secondo posto è possibile, non sono sazio”

Domani la sfida delle 12.30 contro l'Empoli
20170318_141520_4ED37700

Roma, 18 mar. (askanews) – Il secondo posto è possibile ed è l’obiettivo primario che il Napoli di Sarri si pone, a cominciare dalla trasferta di domani a Empoli, stadio dove il Napoli non ha mai vinto. “Ci sono 10 partite, ma ci poniamo obiettivi settimanali e proviamo a raggiungerne più possibili” attacca Sarri Secondo posto o Coppa Italia? “Mi piacevano le ragazze con i capelli ricci da ragazzo, poi ho sposato una rossa. Diciamo che voglio fare bene fino alla fine, mi piacerebbe perchè ci siamo confermati con tantissime problematiche in più. Se l’anno scorso avessimo avuto Coppa d’Africa, crociati, Champions, chissà quanti punti avremmo perso, quest’anno invece abbiamo contenuto grazie alla rosa”. Dribbla l’argomento futuro personale: “Mi volete far dire se rimango con o senza quel traguardo. Dico che il massimo della vita è lavorare con un gruppo che ti segue. Poi a tutti piacere vincere e guadagnare, ma la storia bella è l’altra. Resti con la Champions? Nessuno mi ha chiesto di Empoli-Napoli, è brutto” ma sulla crescita della squadra è certo: “Se questo gruppo lima i particolari si lavora su quel 7-8% possibile di miglioramenti. Per una squadra che ha fatto 82 punti, magari passando ad 89, significa diventare davvero competitivi”. Sarà una gara difficile: “Nelle ultime due volte ad Empoli il Napoli ha preso 6 gol. Conosco l’ambiente, che resta tranquilla ma reagisce, quindi troveremo un avversario applicato che ci complicherà la gara in maniera importante”. Napoli ha polverizzato i biglietti per il doppio match con la Juve: “Questa sfida mi affascina. Il pubblico ha l’umiltà che vincere è difficile, ma meriterebbe di vincere. Io non sono sazio”. E sui sorteggi di Champions chiosa: “Ora non me ne importa più nulla”

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su