sabato 30 luglio | 18:41
pubblicato il 09/dic/2015 12:53

J.J. Abrams: il mio Star Wars non sarà un viaggio nostalgico

Parla il regista del nuovo capitolo della saga di George Lucas

J.J. Abrams: il mio Star Wars non sarà un viaggio nostalgico

Seul (askanews) - Manca pochissimo all'arrivo nei cinema di "Star Wars - il risveglio della forza", in Italia il 16 dicembre. Il cast, impegnato in questi giorni in un tour promozionale in tutto il mondo, ha fatto tappa a Seul, in Corea del Sud. Un'occasione per parlare di una pellicola, dalla trama top secret, sospesa tra il nuovo e la tradizione passata, come ha spiegato il regista J.J. Abrams

"Sapevo che sarebbe stato il primo film di Star Wars per molte persone. Era importante far amare i nuovi personaggi - ha spiegato Abrams - e fare in modo che non fosse necessario aver studiato la saga o aver visto gli altri capitoli".

D'altro canto, ha aggiunto il regista americano, "è passato così tanto tempo dai primi film che era nostro dovere guardare indietro per andare avanti. Per includere l'incredibile atmosfera dell'universo creato da George Lucas, ma anche per utilizzare questo dna per inventare una storia completamente nuova", ha concluso Abrams. Il regista, molto abile nell'impresa di rivitalizzare un'altra saga di culto come "Star Trek", ha assicurato che non sarà il nuovo Star Wars non sarà "un viaggio nostalgico" nel passato.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Lorenzin: nuovi manager sanità scelti per efficienza, età e titoli
Motori
Audi R8 Spyder V10, al via la prevendita in Italia
Enogastronomia
Minimalismo e creatività in cucina con Luigi Taglienti a Lume
Turismo
Franceschini: Piano Strategico Turismo rilancia Italia nel mondo
Energia e Ambiente
Enel, Starace: ottimisti sui risultati, alziamo target 2016
Sostenibilità
Cooperazione, Braga: sviluppo ambientale cruciale per l'Africa
TechnoFun
Su Facebook arrivano i video di compleanno personalizzati
Scienza e Innovazione
Beast technologies, il fitness tracker per un "fisico bestiale"
Moda
Marta Marzotto, da mondina a dama dei salotti e musa di Guttuso