giovedì 25 agosto | 11:39
pubblicato il 23/gen/2016 08:43

Charlotte Rampling contro Spike Lee: è lui il razzista degli Oscar

L'attrice britannica: forse neri non nominati perchè non meritavano

Charlotte Rampling contro Spike Lee: è lui il razzista degli Oscar

Parigi, 23 gen. (askanews) - Per Charlotte Rampling non sono gli Oscar a discriminare i neri e si potrebbe piuttosto parlare di "razzismo in direzione contraria", ovvero dei neri dello star system nei confronti dei bianchi. Ragionamento in odore di provocazione, ma l'attrice britannica contesta l'idea, lanciata dal regista Spike Lee, di quote di nomination riservate alle minoranze.

Le statuette devono andare a chi se le merita, ha sostenuto in un'intervista alla radio francese Europe 1: "Non puoi avere certezze in merito, ma forse gli attori neri non meritavano di entrare nella selezione finale", ha dichiarato. "E poi perchè classificare le persone? Viviamo in Paesi dove più o meno sono tutti accettati", ha aggiunto Rampling.

Per il secondo anno di fila, la Academy ha nominato solo attori bianchi per i 20 premi in palio, scatenando sdegno, polemiche e una serie di annunci di boicottaggio della cerimonia finale, compreso Spike Lee.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Zika: studio mostra come provoca danni a cervello bimbi
Motori
Tesla annuncia nuove Model S e X con batteria per superdurata
Enogastronomia
Vendemmia, in Trentino partirà in lieve ritardo ma qualità ottima
Turismo
Ambiente, il 18 settembre la terza "Giornata del Panorama"
Sistema Trasporti
Caos a Heatrow, le valigie degli atleti sono tutte uguali e rosse
TechnoFun
Crittografia, Francia e Germania a Ue: serve accesso ai contenuti
Scienza e Innovazione
Terremoto, la causa in quella linea di attrito lungo l'Appennino
Moda
Conti in rosso per Italia Independent di Lapo, aumento entro anno
Sostenibilità
Green Drop Award: a Venezia 73 sfilano attori e registi "green"