Header Top
Logo
Martedì 23 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Monica Guerritore e Giovanni Nuti cantano i versi di Alda Merini

colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2019 - 19:59

Monica Guerritore e Giovanni Nuti cantano i versi di Alda Merini

Il 16 luglio a Villa Ada a Roma "...Mentre rubavo la vita...!"
Monica Guerritore e Giovanni Nuti cantano i versi di Alda Merini

Roma, 12 lug. (askanews) – Monica Guerritore e Giovanni Nuti cantano gli appassionati, dolorosi e ironici versi della grande Alda Merini, accompagnati da una band di sei elementi: è “…Mentre rubavo la vita…!”, il concerto in programma martedì 16 luglio sul palco di “Villa Ada – Roma incontra il mondo”.

Dopo essere andata in scena col musical “End of the Rainbow” dedicato a Judy Garland, Monica Guerritore stupisce ancora una volta il suo pubblico con un’ora appassionante di immagini, parole, musica e passione. “Nessuna donna resta indifferente davanti alla forza, all’energia libera, vitale, colorata, sensuale di Alda Merini – ha affermato Guerritore – La musica di Nuti rende travolgenti i suoi testi. Io stessa ne rimango stupita. Al pubblico piacerà enormemente: ballerà, riderà e piangerà insieme a noi”.

Nuti, che firma anche le musiche dello spettacolo, ha avuto una collaborazione unica e irripetibile, durata sedici anni, con la grande poetessa, che lei stessa amava definire un “matrimonio artistico”. “Solo un’artista eclettica e sensibile come Monica può trasmettere a pieno l’intensità, il carattere, l’ironia, lo struggimento, la magica follia di una personalità immensa come quella di Alda Merini – ha commentato Nuti – Sentirla per la prima volta cantare i suoi versi sulle mie note è stato emozionante”.

Nato da un’idea di Rossella Martini, lo spettacolo è prodotto da Paolo Recalcati per Sagapò Music, con la regia e il disegno luci di Mimma Nocelli. I componenti della band sono José Orlando Luciano, (pianoforte e tastiere), Massimo Germini (chitarra), Simone Rossetti Bazzaro (violino) ed Emiliano Oreste Cava (percussioni e batteria). Il fonico di sala è Max Capellini.

Lo spettacolo, dopo un’anticipazione in due importanti rassegne estive (Asti Teatro Festival e La Versiliana), è in tour dallo scorso autunno nelle principali città italiane.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su