Header Top
Logo
Mercoledì 15 Agosto 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Nek-Pezzali-Renga, disco e ancora tour: vorremmo non finisse mai

colonna Sinistra
Mercoledì 14 marzo 2018 - 11:47

Nek-Pezzali-Renga, disco e ancora tour: vorremmo non finisse mai

I tre artisti: un privilegio unire il nostro pubblico
Nek-Pezzali-Renga, disco e ancora tour: vorremmo non finisse mai

Milano, 14 mar. (askanews) – Dopo il tour in tutta Italia, che riprende dal 3 aprile da Napoli, Max Pezzali, Nek e Francesco Renga continuano l’avventura insieme con “Max Nek Renga il disco”, raccolta dei brani eseguiti in concerto con le hit dei repertori dei tre artisti reinterpretate a tre voci. Ad anticipare l’uscita del disco è il singolo “Strada facendo”, lo storico brano di Claudio Baglioni reinterpretato dai tre artisti. “Il desiderio che avevamo nel fare il disco era fotografare questa incredibile e irripetibile avventura e fermarla nel tempo per poterla riascoltare noi, chi è venuto ai concerti e chi non potrà venire ed era un modo per evitare la nostalgia di quando finirà tutto e non sapremo cosa fare da soli” ha detto Renga ad askanews.

Il tour dopo Napoli girerà ancora l’Italia, con gran finale il 28 aprile all’Arena di Verona, più tre date speciali il 30 giugno al Collisioni Festival di Barolo, il 13 luglio al Moon & Stars Festival di Locarno e il 14 al Lucca Summer Festival di Lucca. “È un susseguirsi di grandi emozioni dall’inizio alla fine del concerto, quando arriviamo a metà diciamo ‘è già finito’, sono due ore e mezza che passano come 5 minuti” ha spiegato Nek. “L’Arena di Verona è un luogo specialissimo, magari ci sarà qualcosa in più o in meno, qualcosa di diverso probabilmente ci sarà, per quanto riguarda repertorio, energia sul palco per quello no. Forse non ci sarò io perchè litigheremo fino al 28” ha scherzato il cantante.

“La cosa che mi ha esaltato di più è non avere mai avuto a che fare con una primadonna, in questo mestiere dopo tanti anni è facile cadere nell’ego smisurato, nel pensarsi universo autosufficiente e senza relazione col resto del mondo. con loro ho avuto sempre la percezione di lavorare con una vera squadra” ha aggiunto Pezzali.

Unendo i loro repertori Nek, Pezzali e Renga hanno portato sul palco la colonna sonora di una generazione. “È un privilegio perchè la gente ha portato al successo le nostre canzoni, siamo davvero duri da battere” ha detto Nek. “Non abbiamo dato altro che un pretesto al nostro pubblico per potersi riunire e cantare insieme, era la cosa più naturale del mondo, sembrava che non aspettassero altro” ha aggiunto Max. “L’artista percepisce il bisogno del pubblico: noi senza la gente che viene ai concerti e ha voglia di prendere il disco non esistiamo nè come trio nè come artisti singoli” ha concluso Renga.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su