Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Siani e De Sica tornano a teatro con “Il principe abusivo”

colonna Sinistra
Mercoledì 25 novembre 2015 - 17:35

Siani e De Sica tornano a teatro con “Il principe abusivo”

Lo spettacolo farà tappa ad Avellino, Napoli, Milano e Roma
20151125_173523_690F34A0

Roma, 25 nov. (askanews) – “E’ uno spettacolo importante perché nasce a Napoli ma gira l’Italia cercando di raccontare in modo fiabesco la realtà partenopea”. Riassume così Alessandro Siani, nella conferenza stampa di presentazione, la trasposizione teatrale de “Il principe abusivo”. “Il sottotitolo di questo spettacolo è Anima e risata – continua Siani – cerco di interpretare il napoletano di tutti i giorni con vizi e virtù, senza nessun pregiudizio. La base è far ridere il pubblico per farlo emozionare”. Sulla differenza tra il film e lo spettacolo teatrale dice: “Nella trasposizione teatrale ci sono delle variazioni, il Principe Abusivo nasce come spettacolo teatrale anche se è stato realizzato prima il film. Rispetto al film ci sono oltre ad un nuovo cast, come ad esempio Elena Cucci nel ruolo di Serena Autieri, ci sono anche delle scene, come ad esempio quella dell’aereo, che nel film non c’è”. Anche Christian De Sica, il ciambellano di corte nel film e nella commedia, racconta del suo rapporto stretto con Siani e con la città di Napoli: “Dovevo fare un altro spettacolo ma quando Alessandro mi ha chiamato non ho saputo dire di no, prima di tutto perché siamo grandi amici e poi lavorare con lui è una grande allegria. A Napoli ci vengo sempre volentieri è una città magica”. Lo spettacolo, e di questo Siani non ha dubbi rende molto di più in teatro: “Al cinema c’è sempre del compromesso, le scene sono quelle e non puoi cambiarle, nel teatro invece le parole diventano fondamentali. Il teatro ha un codice che è la parola, ecco questa storia nasce dalla parola”. Battute finali sul perché lui ha scelto di rimanere a Napoli a lavorare, invece di andare via come alcuni suoi colleghi: “Io non mi spiego il perché alcuni colleghi vanno via da qui. Anche in questa città si possono fare film, si può fare teatro e anche musica. Restare a Napoli per me è normale”. Si partirà dal Teatro San Gesualdo di Avellino il 1 dicembre, poi sarà la volta poi del Teatro Augusteo di Napoli dall’11 dicembre al 3 gennaio, poi data unica al Forum di Assago a Milano il 27 febbraio 2016 e per concludere al Teatro Sistina di Roma dal 1 al 20 marzo.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su